Monday, 4 June 2012

Come stai, Gio?

Io: In verita' si sopravvive

Basta non fidarsi mai del clima

Una giornata mite,
'le belle sere rosate',
quella porpora che dipinge di fuoco le falesie,
potrebbero indurti a pensieri soavi
di un clima finalmente dolce
affettuoso quasi

... non commettere mai l'errore, amica mia, di cambiare il guardaroba
di mettere le trapunte nell'armadio
di  lasciare a casa i guanti, il soprabito
e tieni sempre in frigorifero quelle zuppe di pomodoro, di coriandolo, di ortaggi varii che hai comprato in inverno
e che per altro nel frattempo sono scadute.
Una citta' folle come questa espone non solo alle bizze del tempo
ma predispone a considerazioni astruse.
Come ogni luogo, anche questo e' fertile per la mente.
Ci sono pinnacoli che d'altra parte lo testimoniano,
torri che s'aggrappano al vuoto che non possono essere state concepite da esseri del tutto dotati di senno

Lei: Ti ricordano l'insuperabile Gaudi?

Per certi versi si,
ma qui non e' un genio ad averle partorite,
quanto una sottile follia.
immaginati questo amica mia:
un palazzo dalle ruvide pareti,
una fortezza severa.
In cima si contendono spazio, spicchi di sole,
costruzioni davvero minuscole:
delle appendici tutte tondeggianti
con feritorie verticali,
ma davvero sono troppo anguste per avere un senso diverso da quello di
prigione di Raperonzolo,
cella di meditazione di un santo,
studiolo di un poeta da novella di Oscar Wilde.

Parliamo qui di costruzioni medioevali
risalenti agli oscuri tempi di una citta' di tenebra e gelo, spaventata, spettrale

Lei: Ma ne sei affascinato lo stesso?

Io: Oserei dire proprio per questo.
Ti diro' di piu' amica mia.
in un luogo simile, con la minima immaginazione di cui si e' tutti capaci, e che spesso e' temperata da altre esigenze che non 'il sogno',
si realizza davvero uno dei desideri segreti dell'uomo: essere straniero.

Ci sono paradossi a non finire in una citta' che oggi e' a vocazione turistica, e che da una parte si presenta come allegra, spensierata, solare per certi versi, oppure parodistica di quel passato angosciante
tra questi due estremi, c'e' un deserto
e tu li puoi essere questa figura singolare, straniera appunto.


A questa tentazione, io non ho resistito

2 comments:

  1. Le tue frasi profumano Gio! :))
    Come stai?
    Bacio!

    ReplyDelete
  2. Come sto? Non ne ho idea :D

    Si va un po' a casaccio, a tentativi :-)

    ReplyDelete