Friday, 2 March 2012

Venerdi sera

E' andato bene, meglio di quanto non pensassi, il venerdi sera.

Avevo voglia di rivedere Anna, e l'ho trovata al ripetersi di un evento sperimentale all'università.

Domani ti parlerò di lei, e di questo nostro secondo incontro, e del primo contatto con la sua anima, dopo che l'ultima volta, in modo diretto come può esserlo solo quanto stimolato da un'intuizione, avevamo parlato dell'anime di coloro che amiamo.

E' una bella ragazza, ma so per certo che non l'amerò mai.

Questo significa una cosa, fondamentalmente: potrei avvicinarmi a lei senza nessun timore, e tuttavia c'è una frizione che intravedo, e che ora devo capire se voglio forzare o no.

E' un conflitto etico prima che sentimentale quello che mi si agita dentro, e cercherò di darne una definizione esatta domani.

Per ora mi godo la volontà di rivederla, e di parlarle, e ascoltarla di nuovo.

No comments:

Post a Comment