Thursday, 1 March 2012

Spunti per racconti

La pianta più antica del mondo, un organismo bizzarro che si riproduce per clonazione e che dunque rappresenta una stessa individualità che si replica indefinitivamente, si stima abbia una età tra i 43 mila e i 135 mila anni, ed è un arbusto, cresciuto tanto da coprire un'area immensa, estendendosi in lunghezza per più di un chilometro.

Tu pensa che sorpresa per gli scienziati incaricati di condurre studi approfonditi sulla sua struttura con radar, scoprirvi avvolta nelle radici una struttura geometrica, un parallelepipedo, regolare e metallico, dalle dimensioni di un sarcofago.

Se l'idea della clonazione non convince, si può passare ad un albero di tredicimila anni che non pone problemi di interpretazione e non da adito a dubbi di sorta.

2 comments:

  1. invece l'organismo più grande del mondo è un fungo che sta sotto terra e si estende per centinaia di ettari!

    ReplyDelete