Tuesday, 13 March 2012

Erotic Nightmares

I sogni erotici, e la loro abbondanza straordinaria ed anonima di seni, gambe, culi fiche, un vivere set di filmacci a luci rosse con ingordigia insaziabile ed energie infinite, con il tempo si sono fatti via via meno frequenti, e quando come ieri notte torno a ruzzulare in quelle atmosfere di sesso esplicito, dove ogni improvvisazione finisce con la foga della penetrazione da dietro o l'esuberanza di una doccia di sperma su un viso vizioso, al risveglio mi domando se non sia una caso, una combinazione chimica esternamente determinata ad avermi li trascinato, o non sia stato invece un desiderio cui non riuscirei a dare nome neppure cercando d'essere il più onesto possibile.

Mi è capitato, lo ammetto senza problemi, di chiudere gli occhi con l'idea di una donna amata al mio fianco, o sopra di me, o piegata sulle ginocchia, la schiena dritta alle sollecitazioni continue s'inarca e infine cede, la testa esausta si china a cercare sostegno sul materasso mentre le mani s'appigliano e chiudono a pugno nella trapunta, ma davvero raramente l'impronta di un nome mi ha seguito nelle orge del sogno.

Ho avuto un incubo erotico, ieri notte.

Due donne, un tempo amiche, ora diffidenti, scontrose, ed io, punto di congiunzione tra loro.

Una delle due, non la conosco se non indirettamente, vuole sedurmi, con il solo scopo di ferir l'altra, una collega conosciuta anni fa, un'amica, timida e carina.

Ricordo una pelle scura, porosa ed irresistibile, seni morbidi e un odore femminile intenso e invitante, e infine lo sguardo triste di colei che sapevo benissimo di star tradendo.

Ho ceduto alla carne.

2 comments:

  1. Ma cosa ci mettono nel mangiare?
    Conservanti-coloranti e poi? Mi chiedo! :(
    Ho sempre male alla pancia!
    Purtroppo non sogno io :(
    Baciotto! :)

    ReplyDelete
  2. Provvedo io per tutti e due amica cara :-)

    ReplyDelete