Friday, 23 March 2012

Gio e Amore

Penso di essere amato, e so per certo di toccar dentro qualcosa, e a volte mi illudo di sfiorare esattamente li dove lo desidero, e quella non e' che una preghiera che rivolgo ad uno specchio.

Mi si ama, ma in un certo modo bizzarro, come si fa con un libro, un'idea, e o forse solo incuriosisco quanto un teorema la cui dimostrazione si ottiene per assurdo.

[Da una conversazione con Silvia].

2 comments:

  1. Non è vero...
    sei tu che ti ami così...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Amica mia, io sono quello che torna a casa da solo la notte, e conversa con le statue per ingannare l'attesa. Sempre. Semper!

      Delete