Thursday, 1 March 2012

C'e' dolore nel vuoto?

Non serve essere innamorati per soffrire la sua mancanza.
Ne e' sufficiente una conoscenza infinita.

Basta avere dell'amore sentito almeno una volta la voce, e ricordarne a memoria ogni accento, e ritrovare ovunque cicatrici profonde, per essere gia' spacciati.

Un'altra vita:

Dovranno venire gli altri demoni a cercarci, quando saremo nel nostro letto.
Saranno la fame, le convenienze o il dovere, e li respingeremo con un ultimo abbraccio, e prima di cedere un'altra volta cerchero' nel ventre tuo tutto cio' che ha un senso.

La mia vita:

E' il terrore di innamorarmi, e dunque dovermi riabituare a quel canovaccio, menzogna, indifferenza, che e' l'unico che riesca a seguire.

Ogni volta che mi ha vinto l'anima di una donna, nonostante le mie ripetute esaltazioni della bellezza e' di questa ch'io mi innamoro, ha preso sostanza la convinzione orribile che la solitudine che da sempre mi perseguita non sia dovuta alla deformita' del corpo, ma ad una qualche mancanza o esuberanza della mente.

E' un qualcosa di malvagio, perche' mi ha avvicinato abbastanza alle donne per farmi comprendere a pieno la loro bellezza, e nello stesso momento, come un muro invisibile, ha impedito di realizzare con esse un contatto diretto.

Sono convinto che il mio amore sia frutto di questa conoscenza approfondita della femminilita', non risultato dell'insoddisfacimento di certi istinti.

...

C'e' dolore nel vuoto?

3 comments:

  1. Il "vuoto" può essere dolore... comunque si può riempire!
    Bacione!

    ReplyDelete
  2. Sto per schianartmi contro un muro di granito.

    ReplyDelete