Friday, 24 February 2012

Mai

Non mi è mai apparsa tanta necessaria, la solitudine, quanto quando m'e' evidente, ovvio, che essa, al di la di tutto, include la possibilita' di essere sè stessi.

Non mi è mai mancata tanto al mio fianco la donna.

E' buffo, ma stamattina, convergono questi tre concetti: solitudine, anima nuda, mia, nostra, e donna.

...

Nel sogno di ieri notte, ne ho fatti diversi ma ne ricordo uno solo, Vasco Rossi da un palco distribuiva a pioggia preservativi, e ragazze impazzite facevano a gara per accaparrarsene uno.

Io non ero tra il pubblico, in effetti non riesco a collocarmi in una dimensione spaziale compatibile con tale scena, ma avevo piena consapevolezza di quello che sarebbe accaduto: le ragazze già fremevano per farne uso, e le vedevi sensuali prendere in bocca, e tenere stretto con i denti, un lembo della bustina, e strappare con un colpo secco l'involucro, e sfilare il condom, e quindi infilarlo sul cazzo di uno sconosciuto e farsi sbattere, o cavalcare, invasate non dall'amante occasionale, quanto piuttosto dal suggerimento, dato da una rock star rintronata, e non dal loro cuore, nè dalla loro passione.

6 comments:

  1. sembra la trama di un film di Tarantino

    ReplyDelete
    Replies
    1. Vedo un gran numero di punti di contatto tra la mia vita e certe rappresentazioni di Tarantino.
      Il problema e' che la mia e' vita, non cinema :D

      Delete
  2. Ecco... e te pareva... non ho fatto buona guardia...
    Mai fidarsi di me :P

    ReplyDelete
    Replies
    1. Tu sei sempre parte della soluzione amica mia.
      Oh, quanto lo sei!

      Delete
  3. Ma cosa mangi prima di andare a dormire? :D
    Non sogno mai..:( Perchè?
    Bacione! :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Devo confessarti che sono davvero orgoglioso dei miei sogni.
      Anche dei peggiori!

      Delete