Sunday, 19 February 2012

Gotico

Si sfidano, lo stile classico e il gotico, nelle vie del centro, lungo i viali alberati e per le viuzze anguste della città, e sei nei quartieri residenziali vincono per numero le testimonianze di un'epoca antica più di duemila anni e infinitamente remota nello spazio, non si contano le colonne ben levigate, i capitelli corinzi o ionici, è negli edifici più imponenti e monumentali che gargoyle annidiati tra sesti acuti e streghe dai ghigni diabolici, in bilico su dislivelli abissali, dominano come perennemente in picchiata, determinando così il carattere autentico, inquieto e spettrale, di questo straordinario spicchio di mondo che inizio a sentire il mio.

Passeggiavo con bei pensieri in mente, oggi pomeriggio.

Ero all'altezza di un mausoleo, un artiglio immenso, un dardo quasi scoccato, con incommensurabile superbia, coraggio, avventatezza, verso il cielo, quando, dall'alto, il gracchiare di quello che pensavo fosse un corvo mi ha sorpreso.

Ho alzato gli occhi alla ricerca del nero pennuto, ed era invece un gargoyle di pietra scura, ruvida e porosa, a gracchiare di nuovo, rauco e scellerato, e mi guardava fisso, severo, minaccioso.

Non l'avrei neppure sentito, il giorno prima d'averti conosciuto.

E non avrei neppure preso la briga di arrivare fin li, chè dopotutto in autobus si fa prima ad andare da A a B.

Tu sei tra 'prima' e 'ora'.

No comments:

Post a Comment