Saturday, 25 February 2012

Crema


La tua pelle è una crema densa che voglio assaporare in silenzio, lentamente, prima con le labbra, che aderenti scendono lungo la schiena e si fermano a godere delle curve perfette delle natiche, li dove s'alzano e infossano come colline lussureggianti e dorate, quindi con la lingua impudente, sfrontata, curiosa del sesso, per poi addentarti con una voluttà che non hai mai conosciuto prima.

Ma anche sforzandomi di ridurti a corpo, cedo alla gerarchia dei sentimenti, e di nuovo mi tornano in mente le immagini della tua casa, e tra quei libricini, quegli oggettini tanto femminili e ingenui, e parole di solitudine e nostalgia, cadute per caso tra un discorso e l'altro, il contatto è fusione.

Ed io non so null'altro che il tuo cuore.

2 comments:

  1. Culo difettoso, con sopraggobba e chiappa non disegnata all'attaccatura della coscia.

    ReplyDelete
  2. Ma che buon sapore

    ReplyDelete