Tuesday, 24 January 2012

La donna piu' brutta del mondo

A me, personalmente, Maga Mago' sta molto simpatica.
Mi piace davvero a dirla tutta!

La fa facile lui, il vecchio Merlino, ma provate voi a nascere brutte come la fame ed avere sempre il sorriso sulle labbra!

E la vecchiaia, cosi' indulgente con gli uomini, li rende saggi, autorevoli, e' poi tanto crudele con le donne, cui strappa via, se mai ne hanno avuta, ogni bellezza, fino a ridurle a globi informi di carne, e non passeggiano piu' leggiadre e scrutate di nascosto in giardini e parchi, ma sono come macchie rapprese agli angoli delle strade, visi gonfi e lucidi di creme, cespugli di capelli grassi e ciondolare di seni ormai sgraziate ghiandole svuotate.

Eppure, una donna, anche se orribile, puo' rimanere meravigliosa, amabile.

Maga Mago', in questa classifica di donne bruttissime, occupa un posto dignitoso, quello cioe' di chi, incapace di accettare se' stessa, si isola, ed e' aggressiva solo con chi insiste a punzecchiarne l'orgoglio ferito e vinto, ma non ho paura di elencare in questo numero la mia stessa dea, quella M. Yourcenar che, vecchia, non rappresentava piu' con il corpo nessun ideale di bellezza, e che tuttavia aveva nell'anima una scintilla addirittura abbacinante, e rimase affascinante anche se ormai sfatta, e travolta dall'incedere superficiale del tempo era solo la sua avvenenza meno significativa.

La bruttezza in senso stretto, in effetti, e' altra cosa.

Matematicamente, somiglia piu' ad una somma di addendi che non ad un prodotto di fattori: e cosi per essere orribile una donna dev'esserlo in ogni senso, e la grazie del corpo deve mancare quanto la profondita' d'animo.

La sapienza dell'ultima M. Yourcenar, la sua capacita' di tracciare con precisione sorprendente il solco piu' breve e semplice benche' non lineare tra due concetti, qualita' che secondo me la definisce piu' d'ogni altra immensa ed unica, sovrasta addirittura impietosamente sul deteriorarsi della bellezza che pure da giovane crebbe in lei, e che forse per prima mi avrebbe innamorato.

E d'altra parte ammetto che l'appariscenza impudente di certe attricette, la sensualita' esplicita, volgare, di molte sciagurate sono sufficienti, almeno nel breve, a imbambolarmi, rapirmi, sedurmi, anche se i loro crani sono vuoti, e cavi i cuori.

La sto tirando per le lunghe, e tanto ormai hai capito dove voglio arrivare ...

La donna piu' brutta del mondo e' quel cesso sgangherato di Rosy Mauro.

Seguo con interesse le vicende della Lega Nord, e spero nel profondo che l'ala piu' intransigente, quella che ha in Maroni il suo leader, prevalga sul cosi' detto Cerchio Magico, impresentabile intruglio di mediocri politicanti inzaccherati di merda e gonfi di xenofobia e populismo a occultare scheletri nell'armadio e patti scellerati.

In questo contesto emerge prepotente la figura, orribile, di Rosy Mauro.

Di questa donna tutto mi disgusta: la voce, che tradisce in ogni istante complotto, insofferenza spiccia per l'altro se avversario, deferenza falsa se utile potente, dunque l'ipocrisia, l'aspetto, non ne saprei dire l'eta', ma sono sicuro che gia' giovane appariva una promettente vecchia megera, e il fatto che, sicuramente consapevole del proprio viscidume, diversamente da Maga Mago' non se ne stia a casa, a piangere o maledire il fato, ne' ovviamente come M. Yourcenar si prenda cura dell'anima propria e del mondo, ma abbia l'ardire brutale di fare politica.

2 comments:

  1. Sono finita per caso sul tuo blog e ho leggiucchiato qua e là. Niente male. Sono solidale nell'amore per Magò e Margherita, tra l'altro.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Allora sei infinitamente benvenuta.

      Delete