Thursday, 5 January 2012

I doni

Amare senza paracadute, senza aspettarsi nulla, è sconosciuto l'uso del baratto nel mondo dei sentimenti, e donare, donare pensieri, disegni, persino un fugace arrossire di guance timide, quasi eteree, o il velarsi di lacrime sottili di occhi confusi e stachi.

Questo sono io.

Allora capita che prendo un incontro, insignificante, e con l'immaginazione ne coloro i pallidi silenzi, la sostanziale indifferenza dei suoi attori, e l'offro a te.

Perfino un dolore lancinante, una delusione, l'indispettirsi della volgarità umana, cerco di elaborare, e allora ne faccio gioco, fibra di un legami, e un nome non più mormorato e celato, ritorna alla suo archetipo di sentimento, dolcezza, coraggio, forza, costanza, dove la solidità nuova del mondo delle idee lo custodirà, inalterato nell'orma che tu un giorno vi hai lasciato per sempre.

Per sempre è per sempre.

6 comments:

  1. parole... come carezze

    Joh

    ReplyDelete
  2. Carissima Joh, come stai?

    Ti ho pensato molto negli ultimi giorni.

    Un abbraccio

    ReplyDelete
  3. sto bene... anche se mi sento "in vendita" :o))))

    un abbraccio anche a te
    Joh

    ReplyDelete
  4. Incrocio le dita.

    Non passo più dalle tue parti da tempo, ma forse, in estate, per un saluto a Giovanna ...

    E allora, perchè no, potrei venirti a dare un abbraccio in carne (poca) e ossa (molte).

    Gio

    ReplyDelete
  5. mi farebbe un piacere enorme!!!! Porta tutto con te: carne ed ossa ma soprattutto Gio!!!
    :o)

    ReplyDelete
  6. Oh, quello ...
    Me lo porto sempre appresso :D

    ReplyDelete