Saturday, 21 January 2012

Come si perde un tesoro

Tu lo sai come si perde per sempre un tesoro?

Lascia che te lo dica ...

...

Premevano i barbari alle frontiere, e le scorrerie, le razzie sanguinose non erano più eventi rari, leggendari, ma incidenti frequenti, e il morale era a pezzi, e la paura di una morte orribile dilagava per villaggi, città, fortezze, a inquinare i cuori grassi dei ricchi oziosi, a confondere quelli vuoti degli ultimi.

In quei decenni del quinto secolo dopo Cristo che testimoniarono il dissolversi di un impero dieci volte secolare, le immense ricchezze accumulate dai patrizi erano tanto ingombranti che, al momento della fuga, quando i barbari già avevano già portato rovina in una città vicina e dunque si sarebbero presto avventati sulla propria, era impossibile portarle via con sè.

Ci si doveva salvare la pelle, e finalmente si scopriva che oro, gioielli, spezie non valevano una vita umana, o almeno non la propria.

Non volendo abbandonare al vandalismo, al saccheggio i propri tesori, molti li nascosero, sotterrandoli magari in un bosco, lasciandoli nel ventre di una grotta o nel fondo di un pozzo, con l'idea di tornare presto, passata l'orda e la sua brutalità, per riappropriarsene in pace.

Non molti sopravvissero all'invasione, e ben pochi tornarono.

...

Ecco come si perde un tesoro.

Con la sciocca idea di poter tornare un domani, e il fuoco del sacco, e le incomprensioni saranno allora un ricordo soltanto, a reclamare la propria parte, quando invece il futuro non esisterà neppure ...

No comments:

Post a Comment