Tuesday, 10 January 2012

Ci sono donne ...

Ci sono donne i cui corpi sono sinonimi di sesso, e le menti, le dolci attitudini come l'inclinazioni perverse, non hanno altro nome che sensualita'.

La volgarita' lasciano alle altre, la falsità alle gattemorte, il mercato alle dispensatrici di spezie e artifici, la ruvidità alle frigide, e se c'e' pudicizia, e' come un velo semi trasparente che accresce la fantasia dell'amante, uno scialle lasciato cadere con cura e candida malizia sulle spalle, un ornamento, un inno alla perfezione del corpo, che una brezza leggera' fara' scivolar via, e saranno nudi di nuovo i seni morbidi, e fresca e profumata di nuovo vedrai la fica, contenta d'essere se' stessa, che e' come a dire cosciente d'essere se' stessa.

Litigano tra loro i sensi, e le mani contendono alla bocca la pelle liscia delle gambe, e lingua e cazzo cercano la fica, e ora il sapore, e ora la consistenza vincono la tua immaginazione di uomo.

Non puoi immaginare un'incastro, un congiungersi piu' perfetto, eppure trovi solo nell'alternanza, cazzo, mani, labbra, bocca, una soddisfazione transitoria e appagante.

Non c'e' preghiera piu' sentita che quella sussurrata con le lievi contrazioni, e l'appena ruvido strisciare della lingua, di quando sei in ginocchio davanti alla tua amante, se ha le gambe aperte e ti offre la fica, e tu ne copri l'estensione irrorandola di saliva, penetrandola appena, assaggiandone l'essenza piu' intima e misteriosa, e in definitiva semplicemente arrendendoti, immobile, alla natura che di lei ti volle in potere.

E non c'e' cerimonia piu' elevata che cercare la simmetria di un corpo sospirato con le mani, se e' il suo che esplori, e i pudori e la vergogna il vostro amore ha gia' evaporato in ardore e passione.

Le labbra dovranno conoscerne il corpo, tutto, poiche' tutto e' ormai incandescente, e il gusto salato del sesso porterai su fino ai seni dolci, e gli odori piu' intensi lasceranno una scia lungo quegli archi che percorrerai sul suo corpo.

La penetrazione dovra' necessariamente conoscere ogni gradazione ritmica, e ogni geometria: sara' un adagio, sara' un valtzer, fino al crescere insostenibile dell'orgasmo.

Amo quando lei e' una sopra di me, e dopo la cavalcata furiosa, forse un po' stanca, o meglio innamorata, a me s'avvicina, e mi bacia dolcemente.

Allora tutto e' nello stesso istante.

3 comments: