Sunday, 1 January 2012

Che bella

Che bella una donna, se è consapevole della propria femminilità.
Non dico avvenenza, intendo proprio la coscienza semplice del proprio sesso.

La bellezza di una donna ...

Ne sei di fronte quando lei conosce il linguaggio del corpo, dei colori, dell'espressioni.

Ne dà dimostrazione sedendosi pensierosa al tavolino di un bar, se il suo cappellino ha il colore azzurro di certe bustine di zucchero, e i gli occhi si guardano attorno curiosi e stupiti, rapaci e dolci, ed è malinconica per fragili ragioni, e ha sogni che tu serbi nel cuore.
Lo capisci quando attenta legge un libricino di poesia, ed è nel corpo che risuona l'emozione, e non esiste più distanza tra cuore, cervello, e il suo 'più dentro'.

Tutto dentro di lei è movimento, ed è una.

Quando è innamorata, si gira a guardarti smarrendo un attimo l'equilibrio se la chiami di sorpresa, ed è assieme viso e fianchi, e il profilo del seno continua nelle curve dei glutei.

...

E allora sai che in lei c'è assai più di quanto possa essere espresso.

2 comments: