Tuesday, 27 December 2011

L'attesa

Sentile già su di te, le mie mani.
Precedono le labbra, si sostituiscono ad esse.

Cercano un nome da dare al seno, per chiamarlo anche al buio, scendono sotto la gonna per risalire subito dopo, o prima della cintura s'infilano, scivolando fino a sfiorare il sesso.

S'intrufolano curiose e pie, e lentamente s'educano e scoprono il proprio ruolo, che è venerarti e conoscerti.

Misurano mille volte la distanza tra un capezzolo e l'altro, e poi tra l'ombelico e la fica, tra una sporgenza dell'anca e la fica, tra l'ano e la fica.

Attorno alla fica, sopra la fica, dentro la fica ... insegnami la tua dimostrazione del sesso e dell'amore.

No comments:

Post a Comment