Monday, 12 December 2011

La tua fica

E' già buio alle prime ore del pomeriggio, e allora tiro le tende per chiudermi in intimità nella stanza a leggere un articolo o studiare un po' per la discussione di domani.

Dalla finestra, salgono di tanto in tanto i suoni di questi luoghi di convegni, incontri, workshop: il più riconoscibile è quello delle rotelle dei trolley, ed è irregolare il brusio quando passano la discontuità tra una piastrella e un'altra, ed un tonfo secco quando saltano giù da un gradino.

Ho pensato alla tua fica.

Ho pensato che forse eri tu a trascinare una valigia, e poi tu a prendere posto in una camera del college.

Domani, ti avrei vista, splendida, un po' sprezzante, meravigliosamente vanitosa e superba, tenere un talk su un argomento complicatissimo, di quelli che dopo 5 minuti già uno sa non comprenderà mai in dettaglio.

Non ci saremmo scambiati neppure una parola in sala, davanti agli altri, anche se ci conosciamo benissimo, ed al coffe and tea di ricreazione, ci saremmo evitati perfino con lo sguardo.

La tensione sarebbe lentamente e costantemente salita fino a premere le meningi e straziare ogni vaso sanguigno, e l'avrebbero incendiata il mio desiderio, e l'ardente tua volontà di essere dea.

La sera, saresti venuta a bussare alla porta della stanza numero 18.

Ti avrei aperto senza neppure chiedere 'chi è?'.

Entrata, chiusa la porta dietro di te, avresti solo alzato davanti la gonnellina nera a pois bianchi.

E tu, dea, mi avresti offerto la fica.

Da venerare in silenzio, per un tempo infinito e però mai sufficiente, e poi da inumidire e bagnare di saliva, e massaggiare con ampi movimenti delle labbra a stringere per succhiare e ad allargare per solleticare, e infine da sentire mia.

...

Non trovi anche tu che l'amore sia maledettamente complicato per due come noi?

Fondersi, ma trattenendo i gemiti quanto le parole, trovandoci a memoria come nei sogni di mille notti insonni, con la tremenda certezza che ci sveglieremo soli, distanti, infreddoliti, forse perfino giudicati.

E convinti che questo, nonostante tutto, sia quello vero.

5 comments:

  1. Sensuale, profondo, avvolgente... straziante. In quattro parole: Gio.

    Un abbraccio
    Joh

    ReplyDelete
  2. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  3. la fica?!
    chiunque tu sia...esci da gio immediatamente!!!!!

    :-) love, mod

    ReplyDelete
  4. Vostra luminosissima maestà, questo è il potere di una visione :-)

    ReplyDelete