Tuesday, 20 December 2011

La scoperta della Dystopia

Ma che cos'è davvero la Dystopia?

Sono i lunghi mesi di amore non corrisposto per Daria?
E' l'istante in cui si concretizza il tradimento di Sergio?
O è invece il prolungarsi di anni d'atroce solitudine, ed il tentativo, sempre vano, di costruire un'alternativa personale al male imposto dalle abitudini altrui?
E non è forse infine la certezza d'aver perso, per sempre, l'amico più caro che abbia mai avuto, che ormai non è che un conoscente di cui non so nè mi importa nulla?

La Dystopia è tutto questo assieme, ma è anche di più.

E' l'intreccio solido, e soprattutto logico, di queste vicende.
E' la scoperta che sono una catena di eventi non indipendenti, e che un anello trascina gli altri.
E' scoprire di vivere oggi un passato remoto ed orribile, ed è la certezza di un futuro già conosciuto.

Adesso basta.

Basta Dystopia, non aggiungerò altri dettagli alla vicenda di Sergio e Daria.
Ne ho parlato solo per sommi capi, chè davvero non posso tradire la riservatezza di chi, anche se ormai lontano migliaia di chilometri da me, potrebbe soffrire per queste mie parole.

Non ho conosciuto molte persone permalose e nevrotiche come Sergio, e tuttavia più di una volta questo figlio di Ares e Athena mi ha confessato di aver trovato nella mia vicinanza una sede di confessione intima più sottile e profonda che con nessun altro.

Finisce tutto qui, e se pure ci vorranno mesi perchè il dolore scemi, non prenderà più la parola.
E' stato utile per me tornare sui miei passi, è stato saggio anticipare addirittura precipitevolemente, di fatto, l'evolversi degli eventi.

Domani tornerò in Italia, e parlerò di musica come linguaggio universale, e della bellissima ragazza che oggi ha pranzato al mio fianco.

Certo, quando mi soffermerò a riflettere sul fatto che non ho sentito assolutamente nulla di fronte ad una bellezza non comune, non potrò fare a meno di tornare con il pensiero alla Dystopia che tutto frantuma e confonde.

Ma lascerò che le braci si freddino, e ricomincerò da capo.

Racconterò dei miei sogni, affermerò A ed il contrario di A, cercherò di nuovo la mano di Donna, ma soprattutto lascerò al silenzio il compito di spiegare cosa diavolo mi è successo.

No comments:

Post a Comment