Monday, 26 December 2011

Dimmi del loro sapore


Scendere a Milano, per passare qualche ora in una grande libreria, tra clienti di passaggio o assidui frequentatori, è pensare, anzi, è sperare che tra loro ci sia tu, Silvia.

Ti immagino tra gli scaffali di storia, religione, linguistica: ed è ora di epistemologia, religione, o filosofia che cerchi nei libroni e nei manuali.

Passandoti vicino, vedendoti alle prese con quei tomi di cui vorrei sapere tutto, avrei curiosità di te, e mi inventerei una scusa per tornare sui miei passi li dove sei, e desiderio sarebbe nel cuore di sentirti parlare tra te e te, oppure scambiare quattro chiacchiere con un amico, una collega che ti ha accompagnato.

Terrei le orecchie tese, e forse, chissà, avrei il coraggio di intervenire, dire la mia affinchè i pensieri possano riflettersi su di te, mischiandosi ai tuoi.

...

Approfondite analisi della Bibbia e avventure di sesso o storie d'amore.
Fotografie d'eros in bianco e nero e pensieri su un giorno di luglio.
Attesa e silenzio.

...

Parlami di donne, Silvia.
Dimmi del loro sapore, e della densità di due corpi che si uniscono.

Della costellazione di un firmamento che non conosco, le mappe che hai disegnato mostrami con pazienza e amore.

4 comments:

  1. Non manca anche a te?

    Ciao Klara!

    Auguri di buon anno, e viva le donne :-)

    ReplyDelete
  2. Chissa' che fine ha fatto.
    Lasciamo che viva tranquilla il suo oblio. :-)

    ReplyDelete
  3. Vedrai che tornerà, e sarà preziosa.

    ReplyDelete