Saturday, 24 December 2011

Chiudo gli occhi

Chiudo gli occhi, e già sto pensando al dolce viso che ho peccato desiderar baciare teneramente, e vedo una lacrima nera, come d'inchiostro densa, scendere lungo la guancia morsicata, e rigar di ruggine l'avorio morbido e puro che è la tua pelle.

Muto come un bambino che ha perso la parola, ed è incapace di comunicare se non ai propri pensieri e sentimenti, così vivo il nostro lutto tremendo.

3 comments:

  1. Hey... su, su... basta pensieri luttuosi, oggi cibo e maratone cinematografiche ;)
    fanculo il resto... bé il copione lo prevede!
    Auguri

    ReplyDelete
  2. Grazie ragazzi :-)

    Oggi pomeriggio a spasso coi fratelli a saccheggiare botteghe e mercatini.

    Vi abbraccio e ricambio di cuore gli auguri.

    Gio

    ReplyDelete