Thursday, 17 November 2011

Yeah!

Non sono sicuro di nulla in suo proposito, e, credimi, in virtu' dell'educazione di te, non mi interessa minimamente.

In effetti ho incontrato, una volta, una ragazza sulle scale, e forse era lei, ma sicuramente non saprei riconoscerla per strada.

Anche la voce non sarei in grado di distinguere tra altre, perche' mi giunge sempre distorta, attutita dal muro, filtrata da quel setto non spesso eppure sufficiente a modificarne il timbro.

Per motivi che si possono riassumere nella convinzione che nella mia situazione personale la camera da letto sia il locale piu' inutile di casa, dormo in forse sei o sette metri quadri, occupati per grande parte da mobili inguardabili, che un gusto estetico educato dallo stile classico dei genitori, o quello moderno, razionale, di amici, mi ha imposto di rimuovere dagli ambienti piu' vissuti, come il salotto o lo studio.
Ho finito per ammassare mobili e armadi li, in quello che e' uno spazio angusto, dove e' sempre notte e gli occhi, chiusi, non sanno distinguere, a ridosso dell'appartamento attiguo, e dove quindi, problema che si presenta assai raramente per fortuna, mi capita di sentire le voci, i lamenti e i gemiti della vicina.

Mi piace ridurre naturalmente tutto alla donna, ed alienare completamente dai pensieri la figura, pure esistente, del vicino: per quanto a me sconosciuti entrambi, la causa prima, l'unica anima, e' quella femminile.

L'altra meta' della coppia, uomo o ragazzo che dir si voglia, e' per forza di cose contorno, accessorio.
Non necessario e per nulla sufficiente, mi disinteressa totalmente.

...

Ieri notte, era quasi l'alba, l'antifurto di un auto parcheggiata nel vicolo e' scattato, svegliando l'intero caseggiato.

In quella situazione di fastidio mi e' sembrato che quell'insolente sirena abbia continuato a lungo a torturarci le orecchie, riuscendo infine a frantumare l'estendersi, fittizio ma efficace, del sonno anche ai pochi istanti di dormiveglia che lo interrompono brevemente, come capita spesso dopo un brutto sogno o un rumore improvviso e effimero.

Al lungamente atteso tacere di quel chiasso inopportuno, lei ha gridato 'yeah'.

Felice, giocosa, imprevedibile.

Donna.

4 comments:

  1. Chi sa che penseresti ad avere una vicina che parla da sola.... :D
    Neuroooo.....

    ReplyDelete
  2. Saremmo una bella coppia :D

    ReplyDelete
  3. Petrolio, sarai mica tu la misteriosa ragazza con la bicicletta argentea che vive accanto a me? :D

    ReplyDelete