Wednesday, 16 November 2011

Ogni nuova definizione dell'amore

Una vita, perfino se dai contorni mediocri, può rappresentare un'enciclopedia dell'umano.

Tra le mie conoscenze dirette annovero persone brillanti, membri di accademie e ordini professionali d'eccellenza, qualche mascalzone, dei violenti, e poi analfabeti, e al loro fianco ricchi mercanti, imprenditori, militari, malati di mente, artisti ...

Vecchi, giovani, queste donne e questi uomini non mancano poi, implicitamente, di legarmi alle loro contiguità: e in un sol salto arrivi a un primo ministro finalmente non più al potere, ma anche al cugino di primo grado di un latitante celeberrimo, o ad uno sportivo che ha entusiasmato schiere di fanatici.

Poi c'è chi sa trasferire a te, in modo esplicito, l'esperienze di chi ha incontrato e conosciuto.

...

Una persona simile, un induttore di emozioni, un propagatore di sensazioni, l'ho incontrato, e un giorno o l'altro dovrò pure parlarne in termini un po' meno vaghi, visto che è il primo responsabile di questo mio diario.

...

Ad esempio la fragilità di una donna troppo bella, e quindi insicura, anzi certa d'essere sempre fatta oggetto di inganni, e l'angoscia che la portò vicina al suicidio, non sono meno nitide perchè non l'hai vissute in prima persona, nè con soluzione di continuità il tessuto umano fallisce ad univervi.

Raccontato ad altri, l'ho visto con i miei occhi, questi cocci di una vita terribile suscitano reazioni di fastidio e invidia.

Quanto è sciocco un 'io vorrei', quando a recitarlo a memoria, senza ragione o sentimento, è chi non immagina quanto complesso sia l'intreccio delle mille variabili che compongono una vita.

Sono stanco e confuso, e fallisco nel mio intento, temo, che è quello di dimostrarti la fallacità del ragionamento di Orazio, almeno nella sua interezza.

Carpe diem, lo sostengo con fermezza.
Cogli l'attimo, fanne tesoro.

Il passato esiste oggi nel senso di somma di conoscenza, accumulo di dolore, gioia, intuizioni ed errori.

La malattia di colpo, e la vecchiaia gradualmente, possono scippare questo, che è il nostro unico e vero patrimonio.

Ma seppur sussiste questa eventualità, potrai contare sempre o sul tuo, o su quello di chi hai scelto per compagni di viaggio.

I tuoi amici, pochi e non meno di te piegati dal male, eppur convinti intimamente dell'esistenza di bellezza, grazia, amore, le donne che adori e che riescono a non allontanare il tuo sguardo incuriosito ed incantato, e infine, almeno fino all'ultimo giorno in cui esisterai davvero, te stesso.

Penso, come tutti, in prima persona: parla in questo diario l'esperienza del singolo, e per quanto mi sforzi di slegarmi da me stesso, e costruire un pensiero assoluto, incorro in fallimenti, e nella tendenza a portare come esempio, il mio.

Le donne ...

Vorrei fare sesso con ogni bella donna che incontro, è ovvio.
Lo volevo quando avevo 15 anni, lo voglio ora, così sarà per sempre.

Amare, quello è davvero un'altra cosa.

Si impara ad amare, e spesso ce lo insegna la vita, ovvero gli incontri dai mille silenzi, differiti e malinconici.

Ogni nuova definizione d'amore, è il dono più prezioso che una donna possa farmi.

2 comments:

  1. Ora si inventa mille definizioni dell'amore, guardatelo... per paura di confessare che le ama tutte allo stesso modo ;)PPP

    ReplyDelete
  2. Bugia, e lo sai bene, mia cara Maraptica ;-)

    Chi e' unico, si ama in modo unico.

    Non dimenticarlo, ti riguarda in prima persona.

    ReplyDelete