Wednesday, 12 October 2011

Un'idea

Sei la vestale di un'idea di bellezza, il precipitare sulla terra di una fine astrazione, lo sgocciolare su un arida distesa di una pioggia fitta di poesia.

Forse per questo mi affascini, e forse per questo amo Alice.

Non si puo' colmare il divario che c'e' tra noi, e per la precisa ragione che ne siamo, lucidamente, consapevoli entrambi.

Potrei fondermi, o forse dare l'illusione di contiguita', ad una donna forte, cocciuta e passionale, e questo mi spaventerebbe, come la condivisione di una sorte, o la rinuncia ad una identita' precaria ma necessaria, faticosamente costruita.

Com'e' triste, non trovi, mischiare l'egoismo e la paura alla contemplazione di te.

Ma tutto sembra dover avere un senso, dannato, nella nostra esistenza.

Non conosco il mio futuro, e tuttavia lo riesco a immaginare senza una donna, ma non privo di idee.

6 comments:

  1. Ma le idee sono al femminile... tutte donne... :)

    ReplyDelete
  2. Lieta d'essere spunto (piccino, piccino) di qualche tua superba astrazione!
    Mi inchino alle maestà Cruz e Alice ;D

    ReplyDelete
  3. Maraptica bella devo dirti un segreto :D

    ReplyDelete
  4. Amica mia, rispondi, se puoi, a questo domanda che da secoli mi perseguita: Ulisse vuole tornare ad Itaca?
    Vuole abbracciare Penelope, o e' piu' forte l'attrazione per l'ignoto?

    ReplyDelete
  5. Ulisse vuole tutto!
    E per ottenerlo non deve avere nulla!

    ReplyDelete
  6. senti di essermi appena preso una fregatura epocale.

    Vabbe', mi consolero' con un cuore sempre in gola :-)

    E poi via, ho sempre amato Athena, la dea che mai si concesse a uomo o dio :D

    ReplyDelete