Thursday, 6 October 2011

Una saggezza vecchia di secoli.

Stasera devo parlare di x, y e z.
Nel frattempo propongo un piccolo elenco di alcuni dei miei detti latini preferiti, con traduzione a seguire.

Philosophia non dat panem.

La filosofia non da pane.
(Ma insegna a mangiare).

Vulgus vult decipi
Il popolo vuole essere ingannato.
(ma e' soggetto a crisi isteriche).

Nemo propheta in patria.
Nessuno e' profeta in patria.

Molto interessante questo detto.
Io lo interpreto in due sensi.
Da un punto di vista, mi pare affermi che chi e' capace di prevedere le conseguenze del male di una societa', sia da questa ignorato o espulso.
Ma d'altra parte e' anche un monito alla stupidita' di chi, in ogni senso, si abitua a qualcosa, e perde cosi la capacita' di vedere perfino l'ovvio.

Saepe est etiam sub sordido palliolo sapientia.
Spesso e' anche sotto una veste misera la sapienza.
(e per quello si attende la morte dei saggi, la loro tumulazione, per farli entrare, innocui, nelle nostre case).

Omnia munda mundis.
Tutto e' pulito per i puliti.

E' uno dei miei preferiti.
Vi credo convintamente.

Asinus asinum fricat.
L'asino si sfrega con l'asino.

E' uno dei piu' terrificanti e spietati di tutti.

Qui bene amat, bene castigat.
Chi bene ama, bene castiga.

Se lo intendo come comandamento, chi bene ami, bene castighi, diventa oltre che sensato, difficilissimo da applicare.

Estote Parati.
State pronti.
(in modo da potervi pentire un attimo prima che sia troppo tardi di tutte le malefatte).

Homo homini lupus
L'uomo e' lupo per l'uomo.

Magna civitas, magna solitudo.
Grande citta', grande solitudine.

E' una formulazione sintetica della mia idea della distanza.

Medice, cura te ipsum.
Medico, cura te stesso.
(se poi sei uno psicanalista, fatti vedere anche da uno bravo).

Primum vivere, deinde philosophare.
Prima vivere, poi fare la filosofia.
(nel frattempo, cerca di mangiare un boccone).

Risus abundat in ore stultorum.
Il riso abbonda sul viso degli stolti.
(ed e' assente su quello dei morti).

Oculos habent et non videbunt.
Hanno occhi, e non vedranno.
(di sicuro hanno occhi e non mi vedono le donne che mi incontrano e non si innamorano di me).

Opinio magistri probabilis tantum.
L'opinione del maestro e' soltanto probabile.

Vana est sine viribus ira.
L'ira e' vana senza forza.
(e anche un po' ridicola).

Rem tene, verba sequentur.
Tieni il concetto, le parole seguiranno.
(ma ci sono sensazioni intraducibili se non per gesti).

Festina lente.
Affrettati lentamente.
(e spera che l'autobus sia in ritardo).

Contra factum non valet argumentum.
Contro il fatto, non vale l'argomento.
(Berlusconi e' un porco ladro farabutto checche' ne dicano Ferrara, Minzolini, Feltri, Belpietro e tutta quella masnada di servetti).

Verba movent, exempla trahunt.
Le parole smuovono, gli esempi trascinano.
(ma mai quanto le donne).

6 comments:

  1. che la filosofia non da pane...deve averlo imparato molto bene il filosofo
    Marchionne:)

    ReplyDelete
  2. Infatti dopo averla conosciuta è passato a tutt'altro ;-)

    ReplyDelete
  3. Quale preferisci? :-)

    ReplyDelete
  4. dei detti latini suppongo...allora "Verba movent, exempla trahunt" ;))

    ReplyDelete
  5. Anche a me piace molto :-)

    ReplyDelete