Thursday, 22 September 2011

Una goccia di rugiada

Se cerco il piacere, spesso lo trovo negli istanti in cui m'abbandona il dolore.

E' il primo attimo in cui ancora infreddolito m'avvolge la trapunta, è nell'adagiarmi in poltrona, quando finalmente si rilassano muscoli tenuti in tensione troppo a lungo, era nei passi nuovi dopo periodi forzati di immobilità.

Forse sembra ridicolo a chi gode della giovinezza, a chi assapora ogni giorno un corpo desiderato, a chi sente graffiata la schiena da dita percorse dalla scossa elettrica del fluire dell'orgasmo.

Non ridere di me, sbaglieresti.

Il dolore non ha fatto di me un edonista.
Ma quanto è dolce una goccia di rugiada nel deserto!

8 comments:

  1. Apprezziamo di rado ciò che abiamo sempre avuto Gio. Ma tu hai molto altro che gli altri non avranno mai.

    ReplyDelete
  2. Maraptica ha ragione, avrai le mie mazzate che, visto che saranno date con un bastone nodoso faranno di te un ebanista, non un edonista.

    ReplyDelete
  3. In verità?!
    Per me gli edonisti sono degli stronzi!
    Non c'è un bottone e puf piacere... Una situazione standard, un comportamento seriale.
    Il piacere VERO! È incidentale...

    Il piacere è sempre altrove!

    ReplyDelete
  4. Vero Maraptica, dopo ne scrivo qualcosa magari.

    ReplyDelete
  5. Baol, sei solo invidioso perche' Maraptica mi ama alla follia e viceversa non sa cosa farsene di un Baol ...
    :D

    ReplyDelete
  6. Detesto i manuali amica mia.
    Vedo che non sono il solo.

    Un saluto

    Gio

    ReplyDelete
  7. dimmi, quanto e' dolce ?

    ReplyDelete
  8. Lo scrivo ora, prima di andare a dormire :-)

    ReplyDelete