Saturday, 10 September 2011

E per fermaglio dei capelli ...

Due ore ho passato in quell'enorme sala giochi, tra decine di ragazzi, uomini adulti e bambini impazziti, i piu' impegnati a far saltare per aria il prossimo a suon di granate e fucili automatici, qualcuno al volante di bolidi lanciati a tutta velocità per percorsi urbani, nel tentativo, vano, di mettermi in contatto con due miei amici.

Come ubriacato da milioni di poligoni ed effetti sonori, sono tornato infine alla luce frastornato, deluso e dispiaciuto d'aver perso le migliori ore del pomeriggio in una buia cantina.

All'aperto mi aspettava una giornata mite, una passeggiata nel parco e della musica folkloristica suonata da qualche artista di strada.

Camminavo così, e recuperavo serenita', pensando ai fatti miei, quando sulla sinistra mi ha superato una bella ragazza dai capelli rossi.

Non l'ho vista di viso, e solo un istante, correva quasi, ho posato i miei occhi su i piedini in mocassini nuovi, due gambe muscolose e scattanti strette in calze nere, e quindi sul pronunciarsi delicato, nelle tre dimensioni spaziali, delle natiche, il restringersi della vita, l'allargarsi lieve di spalle molto femminili ...

E per fermaglio dei capelli, un fiore da densi petali di un rosa chiaro.

Ne ho immaginato il profumo, la delicatezza.
E in un attimo era quello l'aroma della sua pelle, la tinta del corpo che da me s'allontanava .

Ed era la Venere di Boticelli, nuda solo per me.

4 comments:

  1. e' struggente, la tua ammirazione nel saper cogliere piccoli vezzi femminili e carpirne la sensualità che spesso spandono pur senza volerlo.
    mi domando perché tu non possa donarti alla totalità di un amore fatto anche di sensualità? ho letto che sei " ammalato", ti definisci un mostro, ma non credi di sottovalutare la donna bramando un amore nella sua totalità e pensando che nessuna possa amarti, anche con carnalità, perché la tua anima preziosa anche se incastonata in un corpo deforme possa non essere gradita? esponiti un pochino di più, potresti con sorpresa scoprire che molte donne amano a prescindere, quando trovano " il tesoro".scusami l'invadenza e forse la non commiserazione, ma credo io quello che ho detto,ed ho la fortuna di avere amato " un tesoro preziosissimo" che mi ha reso molto più donna di tanti uomini " normali " . una carezza.

    ReplyDelete
  2. Una volta, neppure troppo tempo fa, non ci credevo, ma piano piano mi sono convinto di quello che dici.

    Detesto la commiserazione, che non e' che un nome diverso, ipocrita, che diamo alla segregazione.

    Grazie di cuore :-)

    Gio

    ReplyDelete
  3. ne sono felice:))
    sarebbe davvero uno spreco non cogliere tanta grandezza!

    ReplyDelete
  4. Addirittura :-)

    Grazie

    Gio

    ReplyDelete