Monday, 22 August 2011

Pensando a te

Pensando a te, Donna, ecco cosa ho visto.

...

Fa caldo, e la nostra camera da letto è una fornace.

Un filo di luce appena entra dalle tapparelle tirate, e l'accompagnano i suoni ovattati del mare, delle onde, e si confondono a grida di bambini che giocano in giardini lontani.

Inizio a guardarti, ad ascoltare il tuo respiro un po' affannoso, e null'altro piu' esiste.

E non sono piu' me stesso, quello cui mi sono abituato in tanti anni, e che dopotutto ha racimolato una certa serenità, forse un po' spenta e fredda ma salda.

Tu mi stai cambiando.

...

Nuda, solo coperta da un lenzuolo bianco che ti traversa la vita e s'insinua spiegazzato tra le gambe, ora non sei solo una figura meravigliosa, curve morbide e armoniose che compongono il corpo della donna che amo, ma distesa al mio fianco sei l'odore e il sapore della passione.

Sei sveglia?
Stai già giocando con me?
Attendi che ti sfiori, che ti baci, che sfili via delicatamente quel lenzuolo?

In silenzio, immobile, con mille pensieri che cercano di catturarti, e ogni volta devono ricominciare da capo, già adesso noi stiamo facendo l'amore.

2 comments:

  1. Non hai pace. Ti regalo una stupenda bionda... gonfiabile amico mio? :) Sopportami ;)

    ReplyDelete
  2. Bellezza, calore, pace, passione ...

    Ciao Maraptica mia!

    ReplyDelete