Thursday, 11 August 2011

Lecturer, eh?

Oggi, alle 4, avevo un appuntamento con un potenziale inquilino del mio appartamento.

In questi giorni diverse persone sono venute a visitare la mia casa: devo ammettere, e la cosa non è certo merito mio, che quasi tutti si sono innamorati del 'nice, sunny apartment', e si sono lasciati convincere che davvero 'there are many amenities in the near surroundings'.

Ho contato almeno due studentesse di dottorato, diversi professionisti, e qualche onesto operaio.

Per oggi aspettavo un futuro impiegato del Flughafen, e si è presentato a me un bel giovanotto di forse trent'anni, accompagnato dalla sua fidanzata, una ragazza pure carina.

Visto che già da tempo stavo pensando a un tiro mancino da sferrare al mio carissimo amico Baol, ero gioviale e sereno: non mi sono risparmiato, e ho rispolverato il solito canovaccio ('and here is the cellar, ideal in case your sister visits you', 'the neighbors are very kind, and only in rare occasions they tried to kill me'), e ho poi parlato loro dei 'Maxican and Argentinian restaurants', del 'lovely, quiet environment' e cosi via.

Già in principio avevo spiegato loro che 'the only reason why I'm leaving this apartment, is that I'm moving to the UK', e allora al momento dei saluti il ragazzo mi ha chiesto quale sarà il mio lavoro.

E dunque gli ho detto che sto per iniziare un lavoro all'università, e lui mi ha preceduto, con una sorta di affermazione retorica:

'Lecturer, eh?'.

Beh, sarà una stupidata, ma mi ha lusingato che abbia immaginato che non andro' a fare il tecnico, o l'uomo di fatica, o il bibliotecario, ma che invece avro' a che fare con giovani menti, brillanti e ancora un po' grezze.

6 comments:

  1. ahahah! non prendersi mai sul serio...
    non è forse il più grande dono di sempre? o almeno una delle armi più potenti!

    ReplyDelete
  2. Non credo di poter essere classificato come persona seria ;-)

    ReplyDelete
  3. E ji cè cendr skous?

    ReplyDelete
  4. Se avessi seguito le mie lezioni...ora sapresti tradurre!!!

    ReplyDelete
  5. Ci vuole la stele di Rosetta 2.0 ;-)

    ReplyDelete