Thursday, 21 July 2011

A Silvia

Detesto Facebook, e a oggi lo tengo principalmente perchè è l'unico punto di contatto che ho con Alice e un paio di persone che altrimenti perderei.
C'è stato un momento, due o tre anni fa, in cui comunque allargai il mio numero di 'amici', e finii per ritrovare tra questi anche Silvia ... la 'mia' Silvia!

Mi decisi tuttavia un giorno a cancellare il suo contatto, chè davvero non trovavo adeguata quella sistemazione, tra schiamazzi ed esuberanza.

Lei se ne accorse, e mi scrisse del dispiacere che tale mia decisione le causò.
Le risposi così.

Silvia,

immagino tu te ne sia accorta: per anni non sei stata una persona qualunque per me.

Anche oggi, benchè sia io diventato un arido scherzo della natura, come era necessario immagino, ogni volta che sussurro tra me e me 'A Silvia' non mi viene in mente una lieta e pensosa ragazzina, ma quello che tu eri per me.

Camminavo per ore in città, con la tenue speranza di incontrarti per caso!

Poi c'è di mezzo tutta la vita, la malattia e il dolore, il caso e la necessità, l'arte e tutto il resto.

Hai presente Montale? La 'divina indifferenza' è pian pianino scesa dentro di me, e l'ha fatta calare l'umanità superficiale e sciocca, ma anche l'arte sublime ed evanescente.

Non è perchè mi sei indifferente che ti ho cancellato.

E' perchè sono indifferente che ho tanta gente sconosciuta nella mia lista, tanta gente che è li per motivi di lavoro, per scherzo o per gioco o per curiosità o per necessità.

Mi fermo qui.

Gio

3 comments:

  1. Sai Gio,
    a volte val la pena chiedere anche il parere degli agli altri prima di compiere gesti che li coinvolgono. Forse a lei è dispiaciuto questo tuo gesto, malgrado fosse stato fatto in buona fede.
    Come dire... "chiedimi se sono felice" prima di togliermi dalla tua vita.

    ;o)

    Joh

    ReplyDelete
  2. Sono una bestia ;-)

    ReplyDelete