Saturday, 25 June 2011

Vendola, perchè giochi a fare il Ghedini?

Ho letto una dichiarazione di Vendola che mi ha fatto venire i brividi.

Il presidente della regione Puglia, astro nascente della sinistra italiana, ha voluto esprimere solidarietà al segretario del Partito Democratico, affermando:
'Sono d'accordo con Bersani, credo che ci possa essere un uso barbarico delle intercettazioni telefoniche'.

Che tempismo Vendola, complimenti!

Che perfetto, calibrato uso delle parole: da uno con la tua facondia, da uno come te sempre capace di scegliere sostantivi sottili, significativi, sofisticati e aggettivi aderenti, aulici, adeguati, come suona preoccupante quell' 'uso barbarico'.

Eh si Vendola, perchè adesso devi proprio farmi un esempio di questo 'USO BARBARICO', altrimenti i peggiori sospetti divoreranno la mia tentazione di votare per la tua coalizione in futuro ...

Vedi Vendola, si può discutere di tutto, ma prima vediamo di capirci almeno sulle basi più elementari, ok?

'Uso barbarico' ... la mia mente sta cercando nell'elenco dei fatti recenti o remoti un esempio di 'uso barbarico' ...

Le conversazioni di Santanchè, Briatore e soci al limite sono chiacchiericcio, di certo non c'è barbarie nel riportare quelle battute, che non possono sorprendere NESSUNO, visto che il nano è vergognoso in modo palese.
Ammetto d'aver storto il naso leggendo una conversazione simile, dopotutto è vero che per telefono si possono dire anche bugie, stupidate, e pretendere di usare come prova tutto quel che si dice al telefono sarebbe folle, tuttavia stento a credere che un uomo del tuo talento oratorio possa definire 'uso barbarico' quanto riguarda questo episodio: gossip certo non encomiabile, di come ne fanno certe comari o perpetue, ma decisamente spicciolo.

Allora viene da sospettare, e la cosa fa male, che di barbaro nell'ottica dei potenti ci sia altro, segreti ben più inconfessabili e sorprendenti.


L'altissima sensibilità all'argomento 'intercettazioni' da parte dei politici, di sinistra o destra poco cambia se è vero che la sciagurata riforma Mastella che ora pare tornare in auge l'ha proposta un governo sostenuto da una coalizione che oggi si riconosce sostanzialmente nel PD, è la prova migliore di quanto importanti queste siano.

Cosa possiamo fare?

Tenere alta la pressione.
Far capire che gli occhi di milioni sono vigili.

Obbligare, in definitiva, i politici all'esercizio di un minimo di decenza.

9 comments:

  1. Vendola ti prego...non mi toppare pure tu! :-/

    ReplyDelete
  2. Spero che Vendola non si perda per strada... almeno ci resta la magistrale imitazione di Luca Medici, che vedrei bene come Presidente del Consiglio...

    ReplyDelete
  3. vendola è pallosissimo. e ho imparato nella mia vita che è più la gente pallosa che uccide le buone idee che quella corrotta e decadente.

    che palle!!! love, mod (bella musica!)

    ReplyDelete
  4. Maraptica, sono semplicemente sconcertato ...
    A presto!

    Gio

    ReplyDelete
  5. Io temo che si sia già perso per strada.
    Quando sento parlare di 'riforme condivise' in seguito a certe vicende ... mamma mia, come mi spavento.
    E D'Alema? Eccolo riemergere in soccorso e sostegno al nano ...

    ReplyDelete
  6. Per me ha perso un milione di punti.

    Evviva la bella musica ;-)

    A presto, vostra luminosissima maestà!

    ReplyDelete
  7. Bisogna sempre cedere qualcosa, arrivare ad un compromesso, spero solo non si comprometta...se posso dire la mia in mezzo a tutta questa bella gente :)

    ReplyDelete
  8. Vedi collega, se intercettassero le mie telefonate con chi-sai-tu, beh ... lei sarebbe nei guai con tutte le cose TERRIBILI che dice su di te.

    Ma trovami tu UN esempio di uso barbarico, e mettiamolo sul piatto della bilancia: se per limitare gli effetti collaterali bisogna smettere di curarsi ... allegria!

    Cordialità collega ;-)

    Gio

    ReplyDelete
  9. Caro collega, a parte che so benissimo che quello che rischia sei tu, anche perchè, chi credi che intercetti le tue telefonate?? :D

    Non intendevo dire che fossi d'accordo con la frase sull'uso barbarco, ho solo detto che, per quanto possa infastidire, la politica ha anche una componente di compromesso (in questo caso preciso, sbagliata ma in altri, giusta, vedi la problematica economica o sociale); credo sia utopistico o, più che altro, controproducente, per un politico che aspira a rappresentare una maggioranza, mantenersi su posizioni estreme perchè è naturale che, su maggioranze grosse, posizioni che magari per noi sono normali per altri potrebbero essere estreme e credo dunque che sia compito del politico in questione cercare di allargare prima il numero dei propri ascoltatori e poi cercare di far capire loro che la posizione giudicata estrema in fondo non lo è.

    (Quanto al caso in oggetto, la posizione presa è sbagliata)

    ReplyDelete