Saturday, 18 June 2011

Psiche ad Amore

Le tue gambe sono pagine ardenti sulle quali desidero perdermi in adorazione.

Sono le pagine più appassionanti di un libro che non voglio finire di leggere!
E allora le sfoglio all'infinito, e torno da capo ogni volta, chè non riesco proprio ad impararti a memoria.

E non esiste pornografia, nemmeno quando sei infuocata, e senza freno mi vuoi sedurre, e fare tuo con un cenno, una smorfia licenziosa o con fusa da gattina o gridolini da pantera.

Non è indecente esplorarti con mille baci, inumidirmi del tuo nettare, respirare di te.

E maledico chi ha insultato la passione, e le sue sfumature più vermiglie.

Quello stolto non ti ha conosciuto, Amore.

(ps: so bene che nella versione originale è Psiche la ragazza ... chi se ne frega!).

8 comments:

  1. Emh...il tuo post è quasi simile al mio :-D
    più o meno..:-)
    Sai a volte nell'indifferenza totale preferisco guardare le statue,e non voglio la perfezione.
    L'arte, spesso "rende" di più, emoziona molto! ..quando senti e osservi avverti il vero calore come il freddo.:-)
    Buona notte Gio

    ReplyDelete
  2. Eh... Caro Gio, sai che quando si incontrano uomini della tua "nobile stirpe", si ci sente immensamente fortunate...
    Ci si abitua male (troppo bene in realtà) così che poi tutto il resto sembra solo robaccia ;)

    ReplyDelete
  3. Tutto il resto è robaccia ;-)

    ReplyDelete
  4. Ora mi trovi su http://giapeisuoipensieri.blogspot.com/

    <3

    ReplyDelete
  5. Cara Sara, quello è un capolavoro quasi morbido :-)

    ReplyDelete
  6. Ma resta allora un mistero di fondo allora Dautre ... la mia solitudine immensa ;-)
    Un abbraccio!

    Gio

    ReplyDelete
  7. E un abbraccio anche a te, mia Dea!

    ReplyDelete
  8. Grazie del nuovo link :-)
    A presto allora!

    Gio

    ReplyDelete