Thursday, 23 June 2011

Più che incredibile

Tu sei più che incredibile, tu sei inimmaginabile.

Mi viene da pensare che la gente alle volte si riempe il cuore di poesia, sogno, eroismo, e poi invece non afferra quello che di poetico, onirico, eroico sfiora, ma non riesce a capire.

Perchè questa è la differenza tra incredibile e inimmaginabile, e ci vuole un poco di umiltà per credere ciò che non si può vedere, e che infine solidifica nella comprensione.

E' bello, come stringersi la mano, calata all'ultimo momento attraverso il finestrino del treno in partenza, o mangiare un panino con i colleghi che sicuramente si sono fatti domande su questo zombie che ti sei portata dietro, o camminare per la città più bella del mondo, e sentire d'essere arrivati ad ogni passo, perchè tu sei con me.

Una lieve presunzione è invece sufficiente a tener legati, prigionieri della propria stessa insicurezza, a convinzioni limitate che escludono che possa esistere ciò che non si può toccare, e che pure si potrebbe capire!

E' triste.

PS:

Incredibile è che nel cuor della terra vivano gnomi verdi mangiatori di alligatori e pomodori.
Inimmaginabile era la meccanica quantistica nel diciannovesimo secolo, e molto di quello che sarà ovvio nel futuro dell'umanità.

2 comments:

  1. Eppure è così. Gli gnomi nel cuore della terra che mangiano alligatori e pomodori... tu sei un ottimo cantastorie amico mio :)

    ReplyDelete
  2. Peccato la stanchezza, quella è la sola cosa che mi spegne completamente ;-)
    A presto!

    ReplyDelete