Wednesday, 11 May 2011

Silvia, e poi Praga

Qualche giorno fa ho visto, su facebook, una foto di Silvia, la prima ragazza che ho amato (alla follia).

Era sorridente, e identica a quella che è nei miei ricordi, pure ormai sbiaditi.

Un cielo gonfio di nuvole sopra di lei, sullo sfondo le cento guglie della città più bella del mondo.

Appoggiata a un parapetto, se ne stava in posa sul ponte lungo il quale ho camminato con te.
Sotto, le acque un po' torbide della Moldava, in lontananza il castello.

Ho sussultato, e una nube di emozioni ha avvolto il mio cuore.

E ho pensato che si, internet mi ha cambiato la vita.

7 comments:

  1. Ma su una cosa ti sbagli, quella non è la città più bella del mondo ;)

    ReplyDelete
  2. E' una gran bella sfida Maraptica con la nostra Bisanzio <3

    :D

    ReplyDelete
  3. Praga è nella mia lista... nei miei girovagare ancora non mi è capitato d'incontrarla... mi auguro perciò di passeggiarci su quel ponte... adoro i ponti :D
    Me la consigli?
    Ciao

    ReplyDelete
  4. Dautre, stanotte ti ho sognato e riferiro' in risposta al tuo ultimo messaggio ;-)

    Praga è come minimo la città piu' splendida che mi sia mai capitato di visitare.
    Te la sconsiglio d'inverno, pare sia molto fredda, ti metto in guardia rispetto i tassinari (ladri :D).
    Per il resto ....
    Vai e vivitela tutta!

    Ciao!

    Gio

    ReplyDelete
  5. Il bacio non è semplicemente un apostrofo rosa ma, le labbra giuste contro le labbra giuste sono come un orizzonte degli eventi...

    ReplyDelete
  6. Diavolo, Gio... non posso non intervenire in un post con Praga nel titolo!
    E quel ponte e' pieno di storia, e' pieno di grandi e piccole persone che lo hanno attraversato con maggiore o minore difficolta', con onore o meno, consapevoli o meno. Per qualcuno e' solo una gioia per gli occhi. Per qualcuno e' una piccola scheggia che si infilza nel cuore (nel nostro metronomo personale... ;P).

    Ciao!

    ReplyDelete
  7. Amica mia, qui c'è ben più che Praga nel titolo.
    Ci sei tu, e sei in ogni sillaba.

    ReplyDelete