Monday, 2 May 2011

Non ci sono i soldi

Ad aprile sono stato a Boston, al dipartimento di matematica dell'Harvard University.

Mi avevano invitato per discutere di un'offerta di lavoro, e personalmente devo dire che a me sembrava piu' un sogno che altro già solo l'essere stato preso in considerazione.

E' andato tutto molto bene, ma già in quei giorni appariva come il vero ostacolo fossero i soldi: in pratica avevano pubblicato l'offerta per un Post-Doc senza avere già una copertura finanziaria, e proprio in quelle settimane emergeva in tutta la sua drammacità una crisi nella situazione finanziaria delle casse federali.
Il giorno dopo la mia partenza, ero a Londra in attesa del volo per casa, Obama annunciava tagli di 40 miliardi di dollari ad agenzie varie, e io già mettevo in conto quello che è successo: oggi mi è arrivata la scontata e-mail.
"Ci spiace Gio ma non abbiamo piu' soldi per quella posizione di lavoro, speriamo di incontrarci a qualche conferenza."

Ecco.

Potresti pensare ch'io sia abbattuto, depresso, sfinito.

Macchè, mi sento come un campione dei pesi massimi, che vede ritirarsi ancora prima di salire sul ring i propri avversari.

4 comments:

  1. Ti abbraccio collega, molto forte :(

    ReplyDelete
  2. mi dispiace moltissimo... cazzolina!!! be giustamente i soldi per andare in Pakistan e sparare in testa ad uno senza fargli il processo si vede che li hanno....ma per quanto riguarda il resto.... e dire che ha vinto il nobel per la pace... alla faccia.....

    ReplyDelete
  3. Non è una tragedia ragazzi :D

    ReplyDelete