Thursday, 12 May 2011

Espulso

Un sogno interessante, quello che ho vissuto ieri notte, e che ora voglio raccontarvi.

Sono a un seminario, in un'ampia aula da sessione plenaria.

Seguo con attenzione lo speaker, ma accanto a me siede un ragazzo che, di tanto in tanto, chiacchiera molestamente.

Sulle prime la cosa infastidisce solo me, ma con il passare dei minuti diventa insostenibile per molti.

Lo stesso relatore, i membri della commissione, in modo inequivocabile per tutti tranne che per il tizio al mio fianco, gli lanciano messaggi di severo ammonimento.

Lui tuttavia, come se nulla fosse, continua il suo chiacchiericcio inopportuno.

Io, che voglio ascoltare il talk, tento in ogni modo di ignorarlo, e di far capire agli innervositi congressisti che io con quello non ho nulla a che fare.

All'ennesima mancanza di rispetto, lo speaker si interrompe e incarica i bidelli di prelevare ed espellere me e il chiacchierone.

Protesto: perchè anch'io devo pagare per una colpa non mia?

Perchè, mi spiega severamente chi ha impartito quel giusto ordine, se non la colpa, almeno mia è la responsabilità di non aver impedito che quello abbia disturbato e rovinato la conferenza a tutti quanti.

No comments:

Post a Comment