Monday, 30 May 2011

Cos'è andato storto?

Lui, ovviamente, non lo capirà mai.

Perchè è stato lui, il grande tycoon, l'amico intimo di Putin, Gheddafi e Ben Ali, l'estimatore di quell'illuminato di Lukashenko a sbagliare, in modo a dir poco grossolano, e invece egli si considera infallibile, e quindi cercherà di distribuire le colpe tra falchi e colombe.

Conoscete tutti la così detta 'teoria della Rana e l'acqua', vero?

Pare che se si mette una rana in una pentola d'acqua bollente, questa balzerà fuori come un lampo. Viceversa, se si mette in una pentola d'acqua a temperatura ambiente e la si scalda lentamente, la rana non s'accorgerà di nulla, e morirà bollita.

La Rana, in questo caso, è l'Italia.

E questo pazzo ha davvero gettato benzina sul fuoco: a soffiare erano le varie mezze calzette Santanché, La Russa, Lassini, ma il direttore d'orchestra era lui.

Lui ha diretto la ridicola operazione 'Responsabilità', dando un'immagine del Parlamento Italiano come di un mercato.
Lui ha insultato quotidianamente la magistratura, lui ha messo in imbarazzo i capi di stato di mezzo mondo con le sue lagne da bambino sgridato.

Lui ha sbagliato e sbadigliato messo innanzi alle difficoltà di milioni di italiani.

E godiamoci la sua incapacità di capirlo!

Non amplifichiamo la portata di questa vittoria.

La situazione resta drammatica, perchè in tanti anni di Berlusconesimo e anti-Berlusconesimo si è smarrita la capacità di ragionare.
Ma la fine politica del nano è una tappa necessaria, benchè non sufficiente, per la rinascita della società civile italiana.

2 comments:

  1. più che a sbagliare lui, sono stati gli italiani per una volta a non sbagliare :)

    ReplyDelete