Saturday, 5 March 2011

Un disastro umano

Kurt Godel, qui ritratto con l'amico Albert Einstein, è stato uno dei più grandi matematici del secolo scorso.

Fu anche un tizio piuttosto particolare, un simpatico disastro umano, come testimonia il fatto che si lasciò morire di fame per timore di essere avvelenato, e che, dovendo richiedere la cittadinanza americana ...

Godel, in quel caso, avrebbe dovuto giurare sulla costituzione americana.
Ovviamente il nostro Kurt prese la cosa con immensa serietà, e si mise a studiare, lui, l'immenso logico, con scrupolo quell'elenco di principi, quella solida fondamenta della società a stelle e striscie.

Ma visto che il signore era veramente sottile, trovò una falla in quel costrutto che, coerentemente con i principi li enunciati, avrebbe permesso l'istituzione di un regime dittatoriale in America.

Godel avvisò di questa sua scoperta Morgenstern (un sommo economista austriaco) ed Einstein, che di fatto erano i suoi testimoni, già americani, di supporto per la sua domanda di cittadinanza.

Nell'udienza, davanti a un autentico giudice, il buon Morgenstern ebbe l'ardire di definire Godel “tedesco” ma poi corresse il tiro aggiungendo che “In ogni caso l’Austria era vittima di una malvagia dittatura. Fortunatamente questo non è possibile in America”

Voi credete forse che il nostro eroico disastro umano abbia taciuto?
Per nulla: non aspettava altro.
Presa la parola, disse:
“Al contrario ... so precisamente come può succedere anche qui.”

e fu li li per esporre la sua teoria.
Ci volle tutto il carisma di Einstein, e la benevolenza di un giudice forse più divertito che preoccupato, per non mandare tutto all'aria.

Occhio ai matematici.

Loro sono così davvero.

2 comments:

  1. Kurt Godel nacque a Brno... :) Una citta' morava, che per ragioni storiche era in quel tempo nell'impero austroungarico. Ed era un genio.
    Sono sempre stata attratta dalla logica, e i suoi lavori sull'incompletezza sono micidiali (e chi si e' mai interessato di logica sa perche'). :)
    A volte mi sento un po' come lui in questo episodio...
    Bel post, Gio'!

    ReplyDelete
  2. Bravissima!
    Non cambiare mai, mi raccomando!

    ReplyDelete