Monday, 14 March 2011

Onestamente ...

'Colpa di sti giudici comunisti del cazzo che non lo lasciano lavorare'

'E la 'ndrangheta?'

'Cosa c'entra?'

'Come cosa c'entra? Tu faresti lotta a viso aperto alla 'ndrangheta?'

'Mettermi contro quegli animali che t'ammazzano i famigliari? Ma che sono scemo?'

'Bravo, proprio quelli. Quelli che ammazzano a Milano le donne dei loro affiliati che decidono di parlare, quelli che taglieggiano commercianti, quelli che trafficano in droga, armi, quelli che avvelenano l'ambiente e che hanno colonizzato la Lombardia, che sono arrivati nella ricca Brianza'.

'Spero che s'ammazzino tra di loro, io me ne sto lontano da quelli'.

'Bene, ti capisco. Pure io non mi metterei contro questi qui, io voglio dedicare la mia vita alla scienza, la cultura, l'arte. Lei no. Lei ci mette la faccia, il nome, e forse perfino la paura'.

Onestamente, io non ne posso più di questi rincoglioniti che sparano a zero sulla magistratura.

In Italia, paese dilaniato da corruzione, malavita, la magistratura va rafforzata, non indebolita, e forse la penetrazione mafiosa nelle istituzioni, e sicuramente perfino nella stessa magistratura, è giunta a tal punto da rendere ormai irriversibile l'insostenibile situazione attuale (economica, sociale, educativa).

A tal proposito, vi consiglio l'ultimo passaparola di Travaglio (la prima parte è dedicata al sisma che ha colpito il Giappone, ma poi Travaglio passa ad analizzare, con la consueta lucidità, il ruolo del magistrato nella società).

Oggi la situazione italiana, lo devo confessare, mi fa paura.

3 comments:

  1. Arrivi tardi, io è già da un po' che ho paura...

    ReplyDelete
  2. sono d'accordo tristemente col post.

    ReplyDelete