Tuesday, 1 March 2011

'Oh scusaci ...'

Jack e Paul erano convinti d'essere dei professionisti, ma ahimè, erano davvero solo dei principianti.

Quel giorno dovevano sistemare gli ultimi dettagli del loro primo lavoretto, e si erano dati appuntamento in un cesso dell'università dove lavorava la loro vittima designata, un barone che un ex studentessa infastidita dalla sua arroganza e dalle sue psico-molestie sessuali, aveva deciso di far eliminare.

I due, chiusa la porta, iniziarono a parlare della tempistica, della via di fuga, delle armi che avrebbero usato e cosi via.

Finito, stavano per uscirsene quando Jack s'accorse, e ne provo' un brivido raggelante, che uno dei bagni, un po' nascosto da una colonna, era occupato.

Qualcuno li aveva sentiti: aveva ascoltato tutto, e se ne stava li dentro, presumibilmente con il cuore in gola, sperando di passare inosservato e di poter aver salva la vita.

Jack fece un cenno a Paul, che bestemmio', ma sottovoce.

Bussarono alla porticina: nessuna risposta.
Insistettero, finchè una vocina tremante replico'.

'Co ... cosa volete?'.

'Dai, apri' disse Jack, e avreste dovuto vedere la sua faccia: non aveva nulla di efferato, ma tradiva un grosso imbarazzo.

Ne usci' un giovane sui trentanni, con le braghe calate e un cosino di fuori.

Paul, comprensivo come un fratello maggiore che accompagna un bambino dal dentista, senza guardarlo in viso per non comunicargli la triste verità di un mondo di trapani urticanti ed estirpazioni feroci di radici, sussurro':

'Tirati su le mutante, per favore'.

'Cosa volete farmi? Io non ho sentito niente ... non vi conosco, non diro' niente a nessuno'.

I due soci si guardarono, indecisi per un attimo sul da farsi.
Poi Jack, sollevando le spalle come a indicare qualcosa di antipatico ma inevitabile, aggiunse:

'Oh scusaci, ma a questo punto dobbiamo proprio ammazzarti'.

Un colpo in testa, e quello, cadendo all'indietro, se ne torno' sulla tazza del cesso.

Dopo averlo accoppato, se la dettero a gambe levate scappando dalla finestra, senza portare a compimento il loro lavoro.

La ragazza, indispettita da tanta superficialità, qualche settimana dopo si rivolse a me per risolvere il suo problemino.

Ogni tanto racconto questo aneddoto ai miei clienti.
La morale?
Diffidate delle imitazioni, di killer in gamba ce ne sono in giro pochi!

10 comments:

  1. mod è caduta dal letto dalle risate e forse farà causa a gio per lesioni!

    ;-) love, baby!

    ReplyDelete
  2. Che c**o che ho, io ne conosco uno in gamba ;)

    ReplyDelete
  3. Sei bella come il sole Mod, quando ridi poi ... sei PERFETTA :-)

    I love you too :-)

    ReplyDelete
  4. Basta un cenno Maraptica ;-)

    ReplyDelete
  5. Gio mi hai fatto venire mal di pancia...dal ridere!
    Sei grande e non esagero!
    Notte

    ReplyDelete
  6. Che bello Khiara :-)
    Mi hai reso felice!

    A presto,

    Gio

    ReplyDelete
  7. Bellissimo!!!! Bellissimo!!! Divertente! Un abbraccio! :)

    ReplyDelete
  8. Hai cambiato genereeeeeeeee? Incredibile!

    ;)

    ReplyDelete
  9. Collega, è solo una fugace perlustrazione.
    Torno tosto alle DONNE :D

    ReplyDelete