Tuesday, 22 March 2011

Insonnia e pensieri

Ieri, tanto per cambiare, l'insonnia mi ha tenuto compagnia.

Esauriti i pensieri sciocchi, quelli sul lavoro, sulla politica, ho iniziato a riflettere sulla mia vita.

Beh, fa veramente un po' schifo.

Sono piu' di vent'anni che soffro ogni giorno.
Ne ho 32, e potrei morire oggi, e il soccorritore in affano che provasse a rianimarmi si sorprenderebbe prima del mio corpo disgustoso, e poi del fatto che dopotutto, quella cosa li sia arrivata a 32 anni, abbia avuto l'ardire di andare a vivere all'estero, e di scegliere una vita attiva.

Quello che neppure il piu' fantasioso degli uomini potrebbe immaginarsi sono i desideri e i sogni che hanno dimorato insistentemente in quella scatola cranica, e quanta violenza, quanta disperazione abbiano concorso alla sua menomazione.

Queste parole, tuttavia, non sono le solite, di lamento, con le quali spesso contamino queste pagine e, mi auguro, non il cuore del lettore.

Macchè.

E' della paura di me stesso che sto parlando.

La morte ... come tutti ne ho un terrore istintivo, ma dopotutto sapere che potrebbe toccarmi presto mi lascia una grande libertà: quella di non dover costruire nulla, perchè sarebbe illogico, no?
E la mia solitudine, egualmente: è un altro nome che do all'emancipazione, forse all'egoismo.

Ho paura di questa sensazione, anzi, di questa certezza: negli anni che ho passato in questa città non ho perso nulla, se non il semplice calore della carne.

Ho terrore della mia capacità di annullare frequentazioni, amicizie, legami stretti.

Un giorno decido che è finita, e davvero tutto svanisce.

Resta solo l'attrazione per le donne, perchè quella non è controllata dalla ragione, nè dai sentimenti.

Ma per il resto, ho la maledetta, terrificante capacità di cancellare e rimuovere.
Ma non quella di dimenticare.

10 comments:

  1. Mi sento "quasi sollevato" a pensare che io nemmeno l'attrazione per le donne ho, specie poi quelle di oggi...
    In ogni caso, frociaggine a parte, mi permetto di dare una lettura molto personale a questo post che, come tu dici, non è un lamento, ma a me sembra più un terribile grido di dolore, una cosa che io conosco molto bene, credimi. E non mentire a te stesso: i legami stretti, se stretti veramente (ed io quasi non ricordo più cosa significhi averne uno), provocano emozioni intense, ben più di quanto potrebbe esserlo il pensiero della morte. Evitando inutile retorica, probabilmente tu tagli facilmente i rapporti non perché tu non ne abbia bisogno, ma perché non ti danno quel calore che darebbe un' "amicizia" che sia degna di essere chiamata tale. In quel caso, non penseresti mai di troncarla, perché vorrebbe tranciare anche una parte di te.
    Ps: un'altra cosa in comune con te ce l'ho, non ho paura di niente. Eccetto di me stesso, per la verità.

    Giancarlo

    ReplyDelete
  2. Ti ho letto in questi giorni, perchè io ti tengo d'occhio (e dillo che ti fischiavano le orecchie), ogni volta che arriva un post di "questi" però, mi sento impotente. La stessa impotenza che provo su me stessa eh, non ho la presunzione di poter "aiutare" in alcun modo nessuno. Volevo solo dirti che percepisco e subisco gli stati d'animo delle persone a cui voglio bene. E tu sei tra queste.

    ReplyDelete
  3. L'attrazione nel mio caso è quasi sempre puramente fisica, al limite ludica, ma terribilmente intensa.
    E caso mai servisse dirlo, questo blog non ha pregiudizi nei confronti di alcun orientamento sessuale.

    ReplyDelete
  4. Mia carissima ... non oso pensare quanto a TE siano fischiate le orecchie ;-)
    Ma non è un post 'di quelli'.

    Tempi di cambiamenti mia cara Sarahptica.

    A prestissimo.
    Vero?

    Gio

    ReplyDelete
  5. Ma Gio non hai mai pensato allo stupore del soccorritore? Lo stupore di vedere un eroe del Nostro tempo, che nessuna fatica terrestre lo avrebbe fermato dall' andare all' estero. Non pensi a quale stimolo tu sia per gli altri per le persone comuni che con un potenziale fisico superiore al tuo si accontentano di fare un decimo di quello che fai tu?
    Non ti chiedo di pensare positivo, ma cambia prospettiva e prova a vedere con altri occhi...

    ReplyDelete
  6. Ma dai, tu sei troppo di parte :D
    E ovviamente non pensare neppure per un secondo che tu sia tra quelli che 'elimino' ;-)
    Abbraccia le tue creaturine anche da parte mia stasera.

    A presto mon ami!

    Gio

    ReplyDelete
  7. Lo so che non hai pregiudizi, lo dicevo solo per fare un po' di simpatia :) non ci sono riuscito, pazienza ;)

    ReplyDelete
  8. Colpa mia Giancarlo, sono lievemente fuso ultimamente ;-)
    ciao!

    Gio

    ReplyDelete
  9. Ordine eseguito stasera si sono addormentati con una fantastica avventura di " Gio, quello magro"

    ReplyDelete
  10. Sciagurato, così gli fai venire gli incubi ;-)

    ReplyDelete