Friday, 25 March 2011

Il principio di indeterminazione di Gio

E' una versione lievemente modificata del principio di indeterminazione di Heisenberg.

Oh, a proposito, lo sapete che i fisici sono dei pessimi amanti?

Eh si, perchè quando hanno l'energia non hanno tempo, quando hanno tempo non hanno energia!
E per di più quando trovano la posizione non hanno il momento, e se hanno il momento ... non trovano la posizione!

(fortunatamente questa non verrà capita, evitandomi degli insulti che pure meriterei).

Ma anch'io vivo in un mondo governato da un principio di indeterminazione.

Lega intensità, brillantezza e tempo: il prodotto tra queste due quantità è minore di una costante, che chiameremo vivacità.

Insomma, non so come dirvelo.

Ho usato la mia brillantezza, ho dato quello che avevo.
E non è bastato, anche per una questione di strumentazione, a farmi desiderare.
Certo, la questione è proprio anche circa l'unità di misura, la grandezza misurabile.
Io offro brillantezza, qualcosa di comunque impalbabile, e qui si mercanteggia d'altro.

Non voglio recriminare, per carità.
Ma adesso ho finito le scorte, e sono come un gabbiano senz'ali su uno scoglio in mezzo al mare.
Non riesco più a volare.

E' così.

No comments:

Post a Comment