Wednesday, 30 March 2011

Gio, sei un cretino

Ma che cosa hai combinato?

Ti vai a ficcare in mezzo ai guai e poi hai il coraggio di lamentarti?

Tu dovevi rimanere in quell'angolo in cui la sorte ti ha assegnato fin dal primo giorno della tua esistenza, li vivere miseramente, lontano dalla luce del sole, in quell'oscurità che rende invisibili, che impedisce di riconoscere negli altri quel dio che non esiste in cielo, ma palpita nelle nostre menti.

Non avresti visto, non saresti stato deriso, negletto, rifiutato.

E invece ti sei esposto, irragionevolmente, folle idiota!

E sei andato a far la guerra ai titani, tu che sei un vaso di Pandora crepato e vuoto.

Ora ascoltami bene ...

Ancora due o tre mesi puoi resistere.
Poi inizierai una nuova vita.

Se non puoi piu' ritirarti in quella caverna che è la tua dimora naturale, vivi almeno nascosto, ignora quanto piu' puoi, non cercare nessuna divinità al di fuori di te.
Rallegrati del nulla, e non cercare il calore nell'arte, che è un viscido inganno!

Non credere a nessuna parola, troppi gesti hai atteso invano, promessi e dissolti nel nulla.

3 comments:

  1. Ti parrà strano, ma questo post, il contenuto, molte frasi... le scrissi anch'io, pressoché identiche, su un taccuino giallo... non molto tempo fa... e bada bene, non è che oggi mi sia capacitata del contrario, ma mi son detta "Hey, giacciono panciolle al sole tanti di quegli stronzi..."
    Non mi sto paragonando alla tua situazione, lo sai che non mi interesserebbe, voglio solo dirti che capisco, e voglio dirti che sei coraggioso, più di me, forte, più di me... Proprio perché a parità di pensieri la tua situazione è indiscutibilmente straordinaria.
    Parli con una vile Gio, e tu non lo sei.
    Ciao.

    ReplyDelete
  2. Perchè vile?
    io sono solo un pazzo incosciente, credimi :-)

    ReplyDelete