Thursday, 17 March 2011

A che ora hai il treno?

Che bella sorpresa!

Sei venuta a trovarmi al lavoro.
E visto che c'è una scrivania libera in una delle aule deserte, sei qui a lavorare con me.

Fuori il cielo è grigio, e piove da stamattina, e per me ogni occasione è buona per passare a salutarti.
Ti porto caffè e biscotti, e se devo ritirare delle stampe allungo un po' il cammino per passare davanti la porta, semi aperta. E non ho mai stampato tanto quanto oggi, sai? E ti vedo, e ogni volta tu mi sorridi, perchè lo sai bene che mi sto inventando di tutto pur di passare li.

Pur di guardarti un secondo solo, perchè io ti adoro.

'A che ora hai il treno?'

'Alle 7 e un quarto, mancano ancora piu' due ore'.

'C'è un bell'albergo giu' in città, davanti al ristorante dove ti porto di solito. Ci sono stato un paio di volte, quando passavo di qui come semplice guest, quando ancora non vivevo qui. Possiamo arrivare li in un quarto d'ora. E da li alla stazione bastano altri dieci minuti. Abbiamo un'ora e mezzo per fare l'amore. Dai, andiamo!'

2 comments:

  1. Io mi incanto a leggere questi tuoi racconti... Quelli che parlano di Lei...
    Li leggerei per ore! :D

    ReplyDelete
  2. Pure adesso che lavoro 15 ore al giorno non penso ad altro :D

    ReplyDelete