Thursday, 24 February 2011

Un incapace

Lui, il Tycoon, è un incapace.

Ci ha messo in una situazione complicatissima, il grande imprenditore, quello che disprezza i parrucconi della politica e dice d'aver portato una ventata d'aria nuova in quelle stanze buie popolate da figure stantie che sono le istituzioni.

S'è messo a fare affari con uno psicopatico perfino più sbandato di lui: per qualche dollaro in più ha piegato una democrazia ai capricci di un dittatore sanguinario, e ora è esposta ai pericoli di ritorsioni, di colpi di testa di una bestia ferita ma ancora temibile.

Lui si credeva il più furbo: lui, che non si era fatto scrupoli a fare affari con Dell'Utri e Mangano, era certo di poter ripetere il canovaccio con Gheddafi e soci.

Tra tutti i paesi del mondo occidentale, è l'Italia quello nella posizione più delicata: il mediterraneo che bagna le sue coste potrebbe riempirsi di centinaia di migliaia di profughi in fuga dalle bombe pagate anche con i nostri soldi pubblici, e non riesco ad escludere che pedine impazzite del regime libico possano colpire il nostro paese.

Certo, perchè il nostro presidente del consiglio, abituato ai parodistici contratti con gli italiani firmati in diretta TV, ha - pare - firmato un vago accordo anche militare con la Libia che ovviamente non potrà mai rispettare, nel senso inteso da Gheddafi, se le grandi potenze democratiche decideranno per un'amputazione della dittatura, per un confronto diretto con questo assassino.

E allora mi domando con chi se la vorrà prendere quel cane braccato che, dal ventre della terra che è il suo bunker, manda mercenari prezzolati a massacrare perfino la propria gente.

3 comments:

  1. E' una situazione difficilissima, concordo e ci pensavo proprio oggi.

    ReplyDelete
  2. la verità è che Berlusconi non è parodistico ma uno stratega un po' dozzinale,lo ammetto, ma che ha come obiettivo la dittatura ed è per questo che si affianca con Gheddafi e Putin.
    Così lui impara e inganna il popolo che lo ha votato.

    ReplyDelete
  3. Mi dispiace ma sbagli tutto,
    cito testualmente: " Quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare. "
    Sembra di vivere in una farsa.
    Un abbraccio

    ReplyDelete