Thursday, 17 February 2011

Sto contando i giorni

Come un prigioniero che sente avvicinarsi il momento della propria liberazione, e il suo allora cuore si riempe di speranza e in sè dimentica il quotidiano patire, gli anni che l'hanno visto acerbo e maturo sprecati in gabbia, cosi io sto contando i giorni.

Ormai manca poco, e finalmente saro' libero.

Certi legami umani sono lacci, catene che mi trattengono in un mondo che non è il mio e dal quale devo fuggire.

Ancora poche settimane, e poi ... 'addio' mormorero' una volta, e una volta ancora, e di nuovo ...

Fino a cancellare dalla mia esistenza quella di chi non capisce che due mondi diversi devono rimanere separati.

1 comment:

  1. Forse forse t'ho capito e... non mi lasci tranquilla (ma quando mai?!) ;)

    ReplyDelete