Tuesday, 18 January 2011

Piccole soddisfazioni

C'è questo addetto alle pulizie, probabilmente sudamericano, che è un tipo tremendamente arcigno, riservato, silenzioso.

Spesso non rispondeva al mio saluto, che è quello che rivolgo a tutti, professoroni, semplici colleghi, operai: un semplice 'hello', un gesto gentile dopotutto, che con alcuni precede quattro chiacchiere sul tempo, sul Portogallo lontano e mite, su un film che, in quella piazzaforte del cattolicesimo, danno ogni anno a Pasqua.

Finalmente, dopo due anni e piu' di silenzio, adesso da un po' di tempo mi risponde.

Non so perchè ripeta sempre questi gesti di gentilezza: non riesco d'altra parte ad interrogarmi su ogni piccolo dettaglio del mio agire.
Potrei starmene zitto, essere con tutti arcigno io stesso, come sono dentro.

Ma la mia educazione, che ho accettato da bimbo, e sulla quale appunto non sempre mi interrogo, mi porta ancora a ritenere tutti uguali: e se allora non mi sembra insensato salutare l'illustre professorone che ha sempre la testa fra le nuvole e neppure ti vede, perchè dovrei tenere quell' 'hello' per me?

3 comments:

  1. Infatti... perchè dovresti anche solo pensare di dovertelo tenere per te?

    ReplyDelete
  2. E chi sono io per mettere in dubbio le vostre parole?
    Grazie a entrambe :-)

    Gio

    ReplyDelete