Tuesday, 21 December 2010

Ieri

Ieri è stata una giornata meravigliosa.

Ho avuto un mal di schiena severo tutto il giorno, di quelli da farti camminare male e non stare fermo un attimo, e un costante malessere cardiaco.

Al mattino ho ricevuto tanti e tali complimenti per un mio lavoro da esserne sinceramente imbarazzato.
Nel pomeriggio ho fatto ridere una mia amica, spiegandole, con l'Opera, cosa le donne siano per noi uomini smarriti e incantati, e pensando alle gambe in calzettoni grigio perla che ho visto stamattina, mi rendo conto di non aver reso appieno l'idea della venerazione che proviamo.
La sera ho incontrato quella con la quale parlo di tutto, da Montanelli al brodo che scalda dentro, e che voglio sentire di nuovo, non appena la saluto dicendole 'a presto bellissima'.

Stanotte non ho sognato.

Domani ...

Domani tornero' a parlare della incompassionevole indifferenza che mi consuma dentro, della fredda diffidenza che ci tiene lontani gli uni dagli altri ...

Ma oggi è ancora ieri.

2 comments:

  1. perchè pensare già al domani?

    E'un bel presente, mantienilo oggi fino a domani!

    Un abbraccio
    Joh

    ReplyDelete
  2. hm.
    ieri, oggi, domani.
    che palle questa tridimensionalità.
    io voglio la quarta dimensione.
    la voglio!

    love, mod

    ReplyDelete