Tuesday, 9 November 2010

Spedito

Ho spedito il mio diario a una piccola casa editrice.

Dal momento che non è una di quelle truffaldine mangia-soldi che richiedono il pagamento delle spese di produzione per mandare in stampa un libro, le possibilità di essere preso in considerazione sono bassissime.

Ho mandato l'ultima copia del mio diario, un breve CV, una nota riassuntiva del lavoro.

Eccola.

Non esiste formula più esatta per definire questo mio scritto se non quella contenuta nel titolo: quel volume che ha riposto sulla sua scrivania, e che si propone di iniziare a leggere, o forse solo a sfogliare, dopo aver dato un`occhiata a questa lettera di presentazione, è null'altro che il mio diario.
In esso combaciano perfettamente passato, presente e futuro: come la struttura dell`arco di pietra ha unità e solidità a in virtù della forza di gravità che spinge tutto verso il basso e però così compatta tra loro i diversi blocchi, nello stesso modo nelle mia esistenza è una principio distruttore, la malattia, a tenermi prigoniero, ma allo stesso tempo a darmi consistenza.

14 comments:

  1. Ti avevo già detto che la trovavo azzeccatissima! ;)

    ReplyDelete
  2. Grazie cara :-)
    PS: Il ricordo del cavallo pazzo l'ho scritto apposta per te.

    ReplyDelete
  3. Ma finalmente!!!!
    aspettavo di venire da te per spingerti a farlo!!!
    L

    ReplyDelete
  4. Vigliaccone senza frontiere, è quello di cui volevo parlarti :D

    ReplyDelete
  5. Mancano a me elementi, non so leggere o non capisco quale sia il titolo del tuo diario?

    (Hai fatto bene a spedire)

    In bocca al lupo, Gio.

    Jacqueline

    ReplyDelete
  6. Jacq, hai ragione :D
    Mi ero dimenticato di aggiungere che il titolo è un semplice 'Il Diario di Gio'.
    Come sottotitolo c'è 'Gio e la Dystopia', ma nell'ultima versione mi sono dimenticato di aggiungerlo ;-)
    Grazie mille!

    a presto,

    Gio

    ReplyDelete
  7. Appena recupero il tuo indirizzo (è in qualche parte di casa mia, impiego sempre settimane a rintracciarlo :D) te ne spedisco una copia :-)
    A presto Marisa!

    ReplyDelete
  8. Vedrai che andrà alla grande!

    ReplyDelete
  9. Bé... Sarei curiosa di saperlo il nome di questa casa editrice, visto che mi sono imbattuta in centinaia di case editrici truffaldine! A quest'ora, se sganciavo soldi, ero già una scrittrice pubblicata da un pezzo... farlocca, certo, ma pubblicata!
    ad ogni modo, no, non te lo chiederò ;)

    ReplyDelete
  10. Incrocio le dita caro collega ;-)

    ReplyDelete
  11. Dautretemp, l'arcano è presto svelato ...
    Non è italiana :D

    ReplyDelete
  12. Ahhh.... ecco!
    Non c'è nulla da fare... devo solo andarmene!
    Vado a fare i bagagli....

    ReplyDelete
  13. Biglietto di sola andata: una volta che sei 'fuori' è dura tornare, e vedere la bellezza del nostro paese violata ogni giorno.

    ReplyDelete