Tuesday, 23 November 2010

Però

No, non sei bella come le altre.
Loro sono alte e snelle, formose e appariscenti.
Loro fanno girare la testa ai distratti che incrociano per strada,
e chissà in quanti discorsi triviali le trascinano le loro gambe, i loro seni.
Tu no.
Tu sei carina, nulla di più.
E hai uno strano gusto nel vestire: alle volte hai messo assieme bene camicia e pantaloni ... ma quelle pantofolacce di paglia non si possono guardare se sopra sei cosi elegante in quel completo bianco e nero!
Però ...
Però i tuoi occhi davvero li ha dipinti un Dio.
E ti guardarei per ore, e forse non riuscirei neppure ad ascoltarti.
Fingerei, e sarei invece rapito dai tuoi occhi, e poi magari dal rossore del tuo imbarazzo.
E non esistono che parole delicate per te: le più belle le immagino scritte a penna, su bigliettini lasciati nel tuo astuccio, sulla tua scrivania.
Pensieri del tuo uomo, ti dicono semplicemente ...
'Io ti amo.'

6 comments:

  1. Non ce ne lasci una... bisogna cominciare a catalogarle Gio ;)

    ReplyDelete
  2. Le lascio tutte mia carissima!
    E a tutte lascio un piccolo dono, l'unico che posso fare loro ;-)
    E scusami se invece degli accenti uso apostrofo, ma questa tastiera ha solo ö ;-)

    Ciao bellissima!

    Gio

    ReplyDelete
  3. Shakespeare diceva "La bellezza sta nell'occhio di chi guarda"

    che non è riferito al bellissima a Maraptica, quello è Winkelmanniano! ;)

    ReplyDelete
  4. E' meraviglioso sapere che c'e' un uomo che pensa, sente e scrive come te.

    ReplyDelete
  5. Vittoria, io credo che nessuno mi abbia mai detto una cosa simile.
    Non così bella, nè in modo così semplice e diretto.
    Sono commosso, te lo giuro.

    ReplyDelete
  6. vic legge con il cuore.

    love to both, mod

    ReplyDelete