Wednesday, 3 November 2010

Eureka!

Eureka!

Ma anche un piu' accessibile 'Ubi maior minor cessat' non è fuori luogo.

Insomma, alla fine è arrivato, il fluire quieto di adrenalina, l'insieme di attimi intensi, lo svilupparsi sotto i miei occhi di istanti indimenticabili.
Ed è stato un vortice di emozioni, un susseguirsi di pause nelle quali ascoltare, silenzi nei quali meditare, e attimi prolungati in cui essere semplicemente me stesso.
Niente a che vedere con la carne: non ho assaporato il gusto delle labbra di una bella ragazza, non hanno carezzato, queste mie avide mani, il seno prospero di una fanciulla, nè gambe sode ho esplorato centimetro dopo centimetro.
Non ho giocherellato con bei capelli biondi riversi su un cuscino.

Una telefonata.

Con quella con cui non esistono segreti, ma solo cose che non ci siamo ancora detti.

Questa consapevolezza è beatitudine per la mia mente: perfino fisicamente provo una sensazione di benessere che altrimenti non riesco a vivere.

E se a quello affianco il discorso sulla Yourcenar che avrei fatto con Vittoria, o il ricordo di una passeggiata in una città lontana, io capisco che ... posso permettermelo.

Io posso essere me stesso.

8 comments:

  1. è una consapevolezza che riempie il cuore vero Gio?

    Ci vuole tempo e fatica per apprenderlo e talvolta nemmeno ci si avvicina a capirlo.

    Mi fa piacere, davvero tanto piacere, sentirtelo dire!
    Un abraccio
    Joh

    ReplyDelete
  2. Ogni tanto splende il sole :-)

    ReplyDelete
  3. Allora vale la pena aspettare (il sereno e non solo) Gio... ;)

    ReplyDelete
  4. Oggi voglio solo vivere :-)

    ReplyDelete
  5. sono contenta per te...

    ReplyDelete
  6. Ogni tanto ci vuole :-)

    ReplyDelete
  7. Chi è, chi è, chi è? Vogliamo sapere tutto tutto! :D
    Che bello amico mio, sento la tua gioia ed emozione e sono felice anch'io con te.
    Un abbraccione :)

    ReplyDelete
  8. Lei ... :-)
    Rispondo qui ;-)

    http://popolosodeserto.blogspot.com/2010/11/lei.html

    Cara Selene, ti vedo allegra!!!
    EVVIVA!
    Un abbraccio a te,

    Gio

    ReplyDelete