Thursday, 14 October 2010

O le donne o nessuno


Arriva il weekend.

Sarà il solito weekend di solitudine, di quelli passati a mettere in ordine la casa, fare la spesa, giocare magari un po', perdere la testa su conti che, più passa il tempo, più mi rendo conto non mi porteranno da nessuna parte.

Magari riusciro' a comprare un paio di dischi di Roberta Invernizzi, straordinaria cantante di Musica Barocca, ma di certo non andrò a farmi un giro in moto, ormai fa freddo, troppo per uscire di città.

E se patirò la solitudine, non sarà perchè non avrò un amico al mio fianco, o perchè Tizio, Caio o Semprogno non mi chiameranno al telefonino, muto feticcio che manderei volentieri al rogo quasi ogni giorno.

Semplice la ragione.
Al mio fianco, nei lenti pomeriggi di sabato d'autunno, io voglio o le donne, o nessuno.

E, tra le donne, ovviamente, solo alcune: le bellissime abitatrici dei miei sogni, ma non solo.
Preferisco anzi le interlocutrici in carne ed ossa dei miei monologhi, o le misteriose e silenziose compagne di brevi occhiate d'intesa.

Amanti, amiche, perfino antagoniste.
E alcune timide, altre briose, qualcuna intraprendente, una o due gelose e almeno una divinamente indifferente e distante.

A ognuna di voi, perfino a quelle che non conosco, penso.

Tutto quello che non è te, è noia dozzinale.

Viene dopo di te la mostra sugli impressionisti, il concerto di Andràs Schiff, la visita di qualche parente dall'Italia, i miei libri.
E questa magnifica città non è che un susseguirsi di piatti marciapiedi se non l'attraverso al tuo fianco, rallentando o accellerando il passo per adeguarlo al tuo.
E il cuore è uno stupido muscolo se non trepida per i tuoi sorrisi, il cervello una prevedibile macchina calcolatrice se non vibra al tuo pensiero.

Questa è la semplicissima verità.
Me ne dovrei vergognare?

18 comments:

  1. Gio, passa da me a prendere una cosa!!!

    ReplyDelete
  2. No che non te ne devi vergognare.
    Mi sembra una bellissima verità!
    Io me lo prendo tutto quanto il tuo abbraccio, Gio.
    E ricambio con affetto.

    ReplyDelete
  3. Mi hai fatto venire in mente una canzone di Michael Bublé che canta di come sarà bello e come già lui si senta meglio perché c'è lei che lo aiuterà a risolvere tutti i suoi problemi e così via... e finiva con "I just haven't me you yet..."

    ReplyDelete
  4. Siamo fatti per amare... cosa c'è di strano?

    Apriti Gio... non sai quanto possa essere utile!
    Un abbraccio
    Joh

    ReplyDelete
  5. Eh sè, mo uè pour na t'jedd d past'o'furn?!!!

    :D

    ReplyDelete
  6. caro Gio, non puoi vivere solo di sogni devi osare e come diceva Terenzio:
    "Audaces fortuna adiuvat".

    ReplyDelete
  7. Dony, troppo gentile, grazie :-)

    ReplyDelete
  8. E anche io sono abbastanza sicuro che tutte le 'donne' di cui parlo ... siano 'una'.

    ReplyDelete
  9. Joh, stasera ho un appuntamento (non galante).
    Ieri ho scritto 'come andrà a finire' secondo me.
    Domani, magari, scriverò 'come è andata a finire', sempre che ci sia una minima differenza ... ;-)

    ReplyDelete
  10. Baol, il messaggio con la formula magica recitata all'incontrario non è questo.
    E comunque noi aspettiamo una PRINCIPESSA :D

    ReplyDelete
  11. Ci provo Marisa ;-)
    Almeno un sorriso a volte lo trovo - e ho quasi vinto!

    ReplyDelete
  12. Sei così deliziosamente ottocentesco... :)
    Ma Gio, le donne possono essere anche molto fastidiose sai?!
    Io ad esempio quando ho le paturnie sono insopportabile... divento aggressiva come una gatta...
    Fidati, certi pomeriggi sono benedetti senza certe donne :)
    Un abbraccio forte!

    ReplyDelete
  13. Infatti, O le Donne, O nessuno ;-)

    ReplyDelete
  14. E chi ti dice che io, per me, non l'abbia già recitata giusta, la formula magica per la principessa?

    ;-)

    ReplyDelete
  15. Conoscendoti, illustre Baol, scommetto che tu hai fatto rimaterializzare la principessa e lasciato i due vecchiacci nelle loro miserabili condizioni ;-)

    Sai che ti dico? Hai fatto bene :D

    ReplyDelete
  16. Son pur sempre un mago baol, maestra della magia più antica del mondo, no? ;-)

    ReplyDelete
  17. Non conosco il romanzo ahime!
    Ma spero di rimediare prima o poi :-)

    ReplyDelete